SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
certificazione ambientalecertificazione qualitàcertificazione sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE 
formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza progetti  
SERVIZI ON-LINE
servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



 
ARCHIVIO NEWS
 
AREA NORMATIVA
Novità Normativa




Archivio News Nazionali 2005
  • 19/12/2005 - Nuova ISO 9000:2005: Pubblicata la nuova norma UNI EN ISO 9000:2005 "Sistemi di gestione per la qualità - Fondamenti e vocabolario", che definisce la terminologia e descrive i principi e i concetti fondamentali dei sistemi di gestione per la qualità. Si tratta di un aggiornamento della precedente norma ISO 9000:2000 che ha lo scopo di fornire un significato univoco delle parole chiave che vengono utilizzate in varie norme sui sistemi di gestione, in particolare nella ISO 9001:2000 "Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti." e nella ISO 19011:2002 "Linee guida per gli audit dei sistemi di gestione per la qualità e/o di gestione ambientale".

  • 23/11/2005 - Rifiuti - discariche: Ennesima proroga per l'accettazione dei rifiuti in discarica. La proroga è prevista dall'arti. 11-quaterdecies del disegno di legge, approvato definitivamente, di conversione del d.l. 30/9/2005, n. 203 che sposta il divieto di portare in discarica determinate categorie di rifiuti dal 31/12/2005 al 31/12/2006. La proroga non  si applica alle discariche di II categoria, di tipo A, cui si conferiscono materiali di matrice cementizia contenenti amianto.

  • 23/11/2005 - Incidenti rilevanti "Seveso ter": E' stato pubblicato il Dlgs 21 settembre 2005 n. 238, in attuazione della direttiva 2003/105/CE, che modifica il Dlgs 334/1999. Il provvedimento, che entrerà in vigore il prossimo 6 dicembre, allarga il numero delle industrie a rischio di incidenti rilevanti soggette alla cd. disciplina "Seveso".

  • 27/09/2005 - Sostanze pericolose: Con decreto del Ministero della Salute 4 luglio 2005 si modifica il punto 41 sia dell'allegato (coloranti azoici) che dell'appendice del DPR 10 settembre 1982, n. 904.

  • 27/09/2005 - Ambiente: Garantito il diritto d'accesso all'informazione ambientale detenuta dalle autorità pubbliche. Lo prevede il D.Lgs. 19 agosto 2005, di attuazione della direttiva 2003/4/CE,  pubblicato nella Gazz. Uff. del 23/9/2005.

  • 27/09/2005 - Rumore: E' stato pubblicato il D.Lgs. 19 agosto 2005 n. 194 "Attuazione della direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale". Il provvedimento ha la finalità di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi dell'esposizione al rumore ambientale, compreso il fastidio. Gli Enti locali, le società e enti gestori di servizi pubblici di trasporto dovranno infatti elaborare le mappe acustiche delle zone in questione e redarre i piani di azione per la gestione dell'inquinamento rilevato.

  • 20/09/2005 - Bonifiche - garanzie: E' stato pubblicato nella Gazz. Uff. n. 217/2005 il decreto del Ministero dell'Ambiente 5 luglio 2005 che stabilisce "modalità ed importi delle garanzie fidejussorie che devono essere prestate a favore dello Stato dalle imprese che effettuano le attività di bonifica dei siti". L'iscrizione all'albo delle imprese che effettuano l'attività di bonifica dei siti è subordinata alla presentazione di idonea garanzia finanziaria a copertura delle obbligazioni connesse alle operazioni di messa in sicurezza, bonifica, ripristino ambientale, realizzazione di eventuali misure di sicurezza, trasporto e smaltimento dei rifiuti nonché del risarcimento degli ulteriori danni derivanti all'ambiente. L'importo è variabile in relazione alla classe di iscrizione all'albo. Alle imprese che risultino registrate EMAS, si applica il 30% degli importi.

  • 04/09/2005 - Rifiuti - discariche: Pubblicato il d.m. 3 agosto 2005 "Definizione dei criteri di ammissibilità dei rifiuti in discarica" (Gazz. Uff. n. 201/2005). Il provvedimento, che entrerà in vigore il 14 settembre 2005, abroga il  d.m. 13 marzo 2003 (precedente normativa di settore), disciplina i rifiuti e le condizioni affinché gli stessi  possano essere conferiti nei 3 tipi di Impianti di discarica che sono per rifiuti inerti, rifiuti non pericolosi e rifiuti pericolosi. Prevede inoltre la collocazione in depositi sotterranei per determinati rifiuti.

  • 30/08/2005 - Rifiuti - discariche: Il decreto legge 30 giugno 2005, n. 115, con il quale il divieto di portare in discarica determinate categorie di rifiuti è slittato dal 16 luglio al 31 dicembre 2005, è stato convertito con modifiche dalla L. 17 agosto 2005, n. 168 (Gazz. Uff. n. 194/2005). La legge di conversione ha introdotto all'art. 11 il comma 1 bis, che dispone invece per le discariche di II categoria, di tipo A, cui si conferiscono materiali di matrice cementizia contenenti amianto, il termine di conferimento al 23 agosto 2005 (data di entrata in vigore della legge di conversione).

  • 04/08/2005 - Rifiuti - apparecchiature elettriche ed elettroniche: Nella Gazz. Uff. n. 175/2005 è stato pubblicato il D.lgs. 25 luglio 2005, n. 151 (Sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche e elettroniche - Rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche). Il decreto (che entrerà in vigore il 13 agosto 2005) attua le direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento dei rifiuti. Infatti, il provvedimento è finalizzato a ridurre (ed in alcuni casi a vietare) l’utilizzo di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché a favorire il reimpiego, il riciclaggio ed il recupero di computer, televisori, telefonini, elettrodomestici, ecc... giunti a fine vita, in modo da ridurne le quantità da avviare allo smaltimento.

  • 05/07/2005 - Rifiuti - discariche: Il divieto di portare in discarica determinate categorie di rifiuti slitta dal 16 luglio al 31 dicembre 2005. La proroga è prevista dall'art. 11 del decreto legge 30 giugno 2005, n. 115 "Disposizioni urgenti per assicurare la funzionalità di settori della pubblica amministrazione" (Gazz. Uff. n. 151 del 1° luglio 2005) che modifica l'art. 17, commi 1, 2 e 6, lettera a, relativo alle disposizioni transitorie del d.lgs. 13 gennaio 2003, n. 36 (Attuazione della direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti).

In particolare, la proroga riguarda:

- le discariche già autorizzate alla data di entrata in vigore del decreto 13 gennaio 2003, n. 36, che possono continuare a ricevere i rifiuti per cui sono state autorizzate;

- lo smaltimento nelle nuove discariche, in osservanza delle condizioni e dei limiti di accettabilità previsti dalla Delibera del Comitato interministeriale 27 luglio 1984;

- la validità dei valori limite e delle condizioni di ammissibilità previsti dalla citata delibera, in parte abrogata dal Decreto n. 36/2003.

 

  • 14/06/2005 - IPPC: Sulla Gazz. Uff. n. 135 del 13 giugno 2005 è stato pubblicato il Decreto ministeriale 31 gennaio 2005, con il quale si emanano le linee guida per l'individuazione e l'utilizzazione delle "migliori tecniche disponibili" (BAT) da rispettare per ottenere l'autorizzazione integrata ambientale (IPPC), istituita con il D.lgs. n. 372/1999 ed attualmente riformulata con il D.lgs. n. 59/2005.

  • 23/04/2005 - IPPC: Pubblicato il Decreto Legislativo 18 febbraio 2005, n. 59 Attuazione integrale della Direttiva 96/61/CE relativa alla prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento. (GU n. 93 del 22-4-2005- Suppl. Ordinario n. 72). Tra le principali novità il decreto prevede il rilascio, il rinnovo e il riesame dell'autorizzazione integrata ambientale degli impianti IPPC di cui all'allegato I, nonché le modalità di esercizio degli impianti medesimi, ai fini del rispetto dell'autorizzazione integrata ambientale, non solo per gli impianti esistenti, come stabilito in precedenza dal D.Lgs. 372/1999, ma anche per gli impianti nuovi.

  • 13/04/2005 - Smaltimento PCB:  Approvata dal  senato in via definitiva la Legge Comunitaria 2004. Tra gli adempimenti di natura ambientale, si segnala il calendario per lo smaltimento degli apparecchi contenenti PCB soggetti ad inventario (art. 18). La dismissione deve avvenire nei seguenti termini:

    a) almeno il 50% degli apparecchi detenuti alla data del 31 dicembre 2002 entro il 31 dicembre 2005;
    b) almeno il 70% degli apparecchi detenuti alla data del 31 dicembre 2002 entro il 31 dicembre 2007;
    c) tutti gli apparecchi detenuti alla data del 31 dicembre 2002 entro il 31 dicembre 2009.

    Invece i trasformatori che contengono fluidi con una percentuale di Pcb compresa tra lo 0,05% e lo 0,005% in peso possono essere smaltiti alla fine della loro esistenza operativa.

  • 10/02/2005 - COV Lavanderie >> Le attività di pulizia a secco di tessuti e pellami, escluse le pellicce, e le pulitintolavanderie entro il 12 marzo 2005 possono avvalersi della procedura semplificata di autorizzazione generale per le emissioni in atmosfera di COV (Composti Organici Volatili)

  • 05/01/2005 - Emissioni gas ad effetto serra:  Sulla Gazz. Uff. n. 2/2005 è stata pubblicata la L. 30/12/2004, n. 316 di conv. del D.L. 12/11/2004 n. 273. Da segnalare l'aggiunta dell'art. 2 bis relativo alle sanzioni.
  • 05/01/2005 - UNI EN ISO 14001:2004 periodo di transizione: Come definito nel comunicato ufficiale ISO-IAF, la durata del periodo di transizione per il passaggio dalla vecchia alla nuova edizione della norma ISO 14001 sui sistemi di gestione ambientale sarà di 18 mesi. Le certificazioni di conformità alla norma UNI EN ISO 14001:1996 (vecchia edizione) cesseranno di avere validità il 15 maggio 2006. www.uni.com

 
 
Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it