SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
certificazione ambientalecertificazione qualitàcertificazione sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE 
formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza progetti  
SERVIZI ON-LINE
servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



 
ARCHIVIO NEWS
 
AREA NORMATIVA
Novità Normativa




Archivio News Nazionali 2006
  • 29/12/2006 - Decreto Milleproroghe: Pubblicato sulla Gazz. Uff. del 28 dicembre 2006 il decreto legge 28 dicembre 2006, n. 300 (cd. "dl Milleproroghe"). Da segnalare, lo slittamento al 31 luglio 2007 (in precedenza 31 gennaio 2007) dell'entrata in vigore della disciplina sulla valutazione di impatto ambientale contenuta nella parte seconda del Testo Unico Ambientale; la proroga al 31 dicembre 2008 (in precedenza 1° gennaio 2007) del divieto di conferimento in discarica dei rifiuti con potere calorifico superiore a 13.000 kj/kg; la proroga al 31 dicembre 2007 per le denunce dei pozzi.

  • 11/12/2006 - Pile e accumulatori: Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 6.12.2006 la rettifica alla direttiva 2006/66/CE (vedi new del 28.9.2006) relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori. Il provvedimento di rettifica posticipa di un anno la scadenza relativa al processo di riciclaggio, prevedendo che questo soddisfi le efficienze di riciclaggio e le disposizioni associate di cui all'allegato III, entro il 26 settembre 2011.

  • 27/11/2006 - Testo Unico Ambientale: Sulla Gazz. Uff. n. 274 del 24 novembre 2006 è stato pubblicato il decreto legislativo 8 novembre 2006 n. 284 che modifica il "Testo unico ambientale". Il provvedimento, che detta le prime disposizioni correttive del D.Lgs. n. 152/2006, proroga la vigenza delle Autorità di bacino; sopprime le Autorità di vigilanza su risorse idriche e rifiuti introdotte dall'art. 159 del D.Lgs. n. 152/2006 ricostituendo il Comitato per la vigilanza sull'uso delle risorse idriche e l'Osservatorio nazionale sui rifiuti; proroga il termine per l'adeguamento dello Statuto del Conai ai principi contenuti nel TUA, in particolare ai principi di trasparenza, efficacia, efficienza, nonché di libera concorrenza nel settore di interesse.

  • 15/11/2006 - Conferenza Stato Regioni - Linee guida igiene alimenti: Sulla Gazz. Uff. n. 259 del 7.11.2006 con due distinti provvedimenti, in virtù dell'accordo  tra Ministero della Salute, Regioni e Province autonome del 9 febbraio 2006, sono state pubblicate le Linee guida applicative del Regolamento CE 852/2004 (Igiene dei prodotti alimentari) e del Regolamento CE 853/2004 (Igiene dei prodotti di origine animale).

  • 20/10/2006 - Detergenti - disciplina sanzionatoria: Sulla Gazz. Uff. n. 243 del 18.10.2006 è stato pubblicato il decreto legislativo 18 settembre 2006, n. 266 recante la disciplina sanzionatoria per la violazione  delle  disposizioni  di  cui  agli articoli 4 (Limitazioni in base alla biodegradabilità dei tensioattivi, 9 (Informazioni date dai fabbricanti) e 11 (Etichettatura) del regolamento  (CE) n. 648/2004 che stabilisce i principi ed i requisiti per l'immissione sul mercato dei detergenti e dei tensioattivi in essi contenuti.

  • 28/09/2006 - Pile e accumulatori: Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 26/9/2006 la direttiva 2006/66/CE del 6 settembre 2006 relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori. La direttiva, che abroga la direttiva 91/157/CEE, detta le norme in materia di immissione sul mercato delle pile e degli accumulatori e, in particolare, il divieto di immettere sul mercato pile e accumulatori contenenti sostanze pericolose, nonché la loro raccolta, il trattamento, il riciclaggio e lo smaltimento . Sono fissate anche percentuali minime di raccolta che gli Stati membri devono raggiungere: a) 25 % entro il 26 settembre 2012; b) 45 % entro il 26 settembre 2016.

  • 04/09/2006 - Garanzie finanziarie: Le imprese iscritte all'Albo nazionale gestori rifiuti nelle cat. 1, 4 e 5 alla data di entrata in vigore del D.Lgs. 152/2006, che sono registrate Emas o certificate ISO 14001 possono chiedere la riduzione delle garanzie finanziarie già prestate, ai sensi dell'art. 212 c. 7 del decreto, presentando apposita domanda. Lo prevede la Circolare n. 1000 del 7 agosto 2006 del Comitato Nazionale del citato Albo.

  • 16/07/2006 - Decreto Milleproroghe: Approvato in via definitiva il decreto legge n. 173 del 12 maggio 2006 (c.d. "Milleproroghe") che è stato convertito nella legge 12 luglio 2006, n. 228 (Gazz. Uff. n. 160/2006). Da segnalare lo slittamento al 31 gennaio 2007 dell'entrata in vigore della parte seconda del Testo Unico Ambientale (VIA, VAS, IPPC).

  • 28/06/2006 - Testo Unico Ambientale - decreti attuativi: Con un comunicato pubblicato sulla Gazz. Uff. del 26 giugno 2006 n. 146, il Ministero dell'Ambiente ha dichiarato l'inefficacia di diciassette dei diciotto decreti ministeriali ed interministeriali emanati in attuazione del D.Lgs. n. 152/2006, perché non sono stati a suo tempo inviati per essere sottoposti al preventivo e necessario controllo della Corte dei conti e quindi registrati dalla stessa Corte. I provvedimenti (tutti rubricati come Dm 2 maggio 2006) sono: 1. Autorità di vigilanza sulle risorse idriche e sui rifiuti; 2. Riutilizzo di acque reflue; 3. Servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani; 4. Gestione servizio Idrico Integrato; 5. Area di transizione tra acque dolci e costiere; 6. Campionamento e analisi delle terre e rocce da scavo; 7. Modelli dei registri di carico e scarico dei rifiuti; 8. Monitoraggio della spesa ed altre iniziative informative e conoscitive in campo ambientale; 9. Registro delle imprese autorizzate alla gestione dei rifiuti; 10. Riorganizzazione del Catasto dei rifiuti; 11. Tipologia di beni in polietilene; 12. Studi europei fissati dal CEN; 13. Centro di raccolta e impianto di trattamento dei veicoli fuori uso; 14. Rocce e terre da scavo provenienti da cantieri di piccole dimensioni; 15. Gestione delle entrate derivante dall'Albo gestori rifiuti; 16. Elenco dei rifiuti; 17. Schema-tipo statuto dei consorzi di imballaggio.

  • 20/06/2006 - Depositi GPL in serbatoi fissi: Pubblicato sulla Gazz. Uff. n. 138/2006 il D.P.R. 12/4/2006 n. 214, che semplifica le procedure di prevenzione incendi  relative ai depositi di g.p.l. in serbatoi fissi di capacità complessiva non superiore a 5 m3.

  • 26/05/2006 - Albo nazionale gestori ambientali: E' stata pubblicata sulla Gazz. Uff. n. 117/2006 la deliberazione 26 aprile 2006 relativa all'iscrizione all'Albo nazionale gestori ambientali.

  • 25/05/2006 - Procedure semplificate recupero rifiuti: il D.M. 5 febbraio 1998 relativo al recupero di rifiuti non pericolosi mediante procedure semplificate è stato modificato dal decreto  5 aprile 2006 n. 186 (Gazz. Uff. n. 115/2006). Si rammenta che, benché emanato in attuazione del D.lgs. n. 22/1997, il D.M. 5 febbraio 1998 continuerà ad applicarsi fino all'emanazione delle nuove norme regolamentari di attuazione del D.Lgs. n. 152/2006 (Testo Unico Ambientale).

  • 22/05/2006 - Pubblicazione decreti attuativi del "Codice dell'Ambiente": Pubblicato sulla Gazz. Uff. n. 114/2006 il D.M. relativo all'elenco dei rifiuti.

  • 21/05/2006 - Pubblicazione decreti attuativi del "Codice dell'Ambiente": Altri due decreti sono stati pubblicati in Gazzetta (n. 113/2006) sempre rubricati D.M. 2 maggio 2006. I due decreti sono relativi alla gestione del Servizio idrico integrato e alla gestione delle entrate derivante dall'Albo dei gestori di rifiuti.

  • 19/05/2006 - Pubblicazione decreti attuativi del "Codice dell'Ambiente": Pubblicato il D.M. 2 maggio 2006 (Gazz. Uff. n. 112/2006) che semplifica le procedure amministrative relative alle rocce e terre da scavo provenienti da cantieri di piccole dimensioni.

  • 12/05/2006 - Pubblicazione decreti attuativi del "Codice dell'Ambiente": Sulla Gazz. Uff. del 10/5/2006 sono stati pubblicati i primi 4 decreti attuativi del Codice dell'ambiente. Tra i quali, il decreto ministeriale 2 maggio 2006 con cui si approvano i modelli di registro di carico e scarico dei rifiuti. Il decreto sostituisce il precedente D.M. 1 aprile 1998 n. 148 e i registri in uso, purché conformi alla nuova disciplina, possono essere utilizzati fino al loro esaurimento.

  • 09/05/2006 - Approvazione decreti attuativi del "Codice dell'Ambiente": Firmati altri 4 decreti attuativi del Testo Unico Ambientale (D.Lgs n. 152/2006). I provvedimenti attuativi approvati  sono così diventati 13 e i nuovi riguardano in particolare l'individuazione delle tipologie dei beni in polietilene,  il riordino del catasto dei rifiuti, l'istituzione dell'elenco dei rifiuti (codici CER), l'aggiornamento degli standard europei sugli imballaggi e rifiuti da imballaggi.

  • 04/05/2006 - Approvazione decreti attuativi del "Codice dell'Ambiente": Sono stati firmati dal Ministro dell’Ambiente i primi 9 decreti attuativi del nuovo Testo Unico Ambientale (D.Lgs n. 152/2006) che riguardano in particolare: l'istituzione dell'Authority di vigilanza sulle risorse idriche e i rifiuti; le norme tecniche per il riutilizzo delle acque reflue; le procedure per l’affidamento con gara del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e del servizio idrico integrato; la definizione dei limiti esterni dell’estuario verso il mare; i modelli di registri di carico e scarico dei rifiuti; i criteri, le procedure e le modalità per il campionamento e l’analisi delle terre e rocce da scavo; la disciplina per il monitoraggio della spesa ambientale; i registri delle imprese autorizzate alla gestione dei rifiuti. Per approfondimenti vedi Ministero dell'Ambiente.

  • 02/05/2006 - IPPC Nazionale: Con la pubblicazione in Gazz. Uff. n. 98/2006 del decreto 19 aprile 2006, è stato stabilito il calendario, in allegato, delle scadenze per la presentazione delle domande di autorizzazione integrata ambientale all'autorità competente statale per gli impianti esistenti e per quelli nuovi.

  • 18/04/2006 - Testo Unico Ambientale: Pubblicato sul Supp. Ord. alla Gazz.Uff.  del 14 aprile 2006 n. 88 il D.L.vo 3 aprile 2006, n. 152, recante "Norme in materia ambientale", che entrerà in vigore il 29 aprile prossimo. Prima conseguenza immediata che ne deriva è quella relativa alla presentazione annuale del MUD, che non è più prevista per i produttori di rifiuti non pericolosi.

  • 12/04/2006 - Sostanze lesive dell'ozono: Le   operazioni  di  recupero  e  di  riciclo  dei  clorofluorocarburi (CFC) e idroclorofluorocarburi (HCFC), contenuti   nel  circuito  frigorifero  di  impianti  e apparecchiature  di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore, devono essere effettuate con dispositivi conformi alle caratteristiche e nel rispetto delle norme tecniche stabilite dalla norma ISO 11650. Lo prevede il DPR 15 febbraio 2006 n. 147, che dispone altresì che le operazioni suddette dovranno essere registrate nel libretto d'impianto. I dispositivi si dovranno adeguare alla norma ISO 11650 entro il 26 gennaio 2007.

  • 10/04/2006 - L. 488/92 Termini presentazione domande: Con il decreto 23 marzo 2006 sono stati fissati i termini per la presentazione delle domande di agevolazione di cui alla legge n. 488/1992 per i bandi del 2006 del settore «industria», «turismo» e «commercio». Il termine iniziale e' fissato, per ciascun settore, al primo giorno non festivo successivo alla pubblicazione nella Gazz. Uff. del decreto con il quale sono approvate le relative proposte formulate dalle regioni e dalle province autonome; il termine finale è fissato, per ciascun settore, al sessantesimo giorno dal termine iniziale.

  • 27/03/2006 - L. 488/92 Circolare: Il Ministro delle Attività Produttive ha firmato la circolare esplicativa delle modalità per la concessione e l'erogazione delle agevolazioni della nuova legge 488, per i settori industria, turismo e commercio, nonché il decreto che fissa i termini di apertura e chiusura dei bandi. La circolare è corredata dalla modulistica necessaria per l’inoltro delle domande da parte delle imprese che, in base al decreto, si potranno presentare, per 60 giorni, dal giorno successivo a quello di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto con il quale si approvano le proposte delle Regioni per l'individuazione delle priorità nella formazione delle graduatorie.

  • 22/03/2006 - L. 488/92 Finanziamenti criteri: Pubblicato sulla Gazz. Uff. il decreto 1 febbraio 2006 che disciplina i criteri, le condizioni e le modalità per la concessione delle agevolazioni di cui alla L. n. 488/1992. Per i programmi proposti dalle imprese che, alla data di presentazione   della   domanda,  abbiano già ottenuto la certificazione ambientale ISO 14001 o la registrazione EMAS, il valore  degli indicatori utilizzati per la graduatoria è incrementato.

  • 13/03/2006 - Emas Logo: Con decisione del 1 marzo 2006, la Commissione UE autorizza eccezionalmente, ai sensi all'art. 8 c. 3 del regolamento (CE) n. 761/2001, le organizzazioni detentrici di una registrazione EMAS ad utilizzare le due versioni del logo EMAS, di cui all'allegato IV del regolamento citato, sui propri imballaggi per il trasporto o imballaggi terziari, come definitii all'art. 3 par. 1 della direttiva 94/62/CE. Oltre al logo, deve essere inserito il testo: «[Nome dell’organizzazione detentrice di una registrazione EMAS]» è un’organizzazione registrata in base al sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS).

  • 08/03/2006 - Certificazione qualità per specifiche categorie di trasporto: È stato pubblicato sulla G.U. n. 50/2006 il D.M. 17 febbraio 2006 che definisce le modalità e i tempi per l’adozione volontaria di Sistemi di Certificazione di Qualità, secondo la norma ISO 9001:2000, da parte delle imprese di autotrasporto, per il trasporto di merci classificate pericolose (ADR), di rifiuti industriali, di derrate deperibili (ATP), e di prodotti farmaceutici, in attuazione del  D.Lgs. n. 286 del 21 novembre 2005. Lo scopo è quello di offrire agli utenti un servizio di trasporto efficiente e vantaggioso in termini di sicurezza, razionalizzazione dei costi e competitività. Il Decreto prevede, inoltre, che le imprese acquisiscano la certificazione di qualità rilasciata da organismi terzi accreditati dal Sincert (Sistema Nazionale per l'Accreditamento degli Organismi di Certificazione e Ispezione).

  • 06/03/2006 - Acque di balneazione: Pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea la Direttiva 2006/7/CE relativa alla gestione della qualità delle acque di balneazione e che abroga la direttiva 76/160/CEE. Gli Stati membri devono conformarsi alla direttiva entro il 24 marzo 2008.

  • 01/03/2006 - Decreto Milleproroghe: Pubblicata sulla Gazz. Uff. n. 49 del 28 febbraio 2006 la Legge 23 febbraio 2006, n. 51 che converte con modifiche il D.L. 30 dicembre 2005, n. 273. In materia ambientale si segnala la proroga al 30 giugno 2006 del termine per la denuncia dei pozzi esistenti e per l'invio delle domande in sanatoria per le derivazioni di acque pubbliche, nonché, per gli impianti che generano emissioni in atmosfera, la proroga di sessanta giorni dei termini previsti per l'adeguamento alle prescrizioni contenute nei decreti autorizzativi. Inoltre, il termine per il conferimento dei rifiuti in discarica secondo i parametri della Delibera 27 luglio 1984, anziché secondo quelli più rigorosi del D.M. 3 agosto 2005, rimane prorogato fino al 31 dicembre 2006 per tutte le discariche autorizzate alla data del 27 marzo 2003 e per quelle nuove, ma il provvedimento esclude dalla proroga, oltre alle discariche di II categoria di tipo A, come già previsto dal D.L. 203/2005, anche quelle di tipo ex 2A e le discariche per inerti, cui si conferiscono materiali di matrice cementizia contenenti amianto. Pertanto il cemento amianto potrà essere conferito soltanto nelle discariche per rifiuti pericolosi e in quelle per rifiuti non pericolosi nelle quali si effettuano i trattamenti previsti dal D.M. 3 agosto 2005.

  • 11/02/2006 - Codice dell'ambiente: Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 10 febbraio 2006 in via definitiva il codice dell'ambiente (c.d. Testo Unico Ambientale) che riordina la normativa ambientale esistente in sei settori chiave: rifiuti e bonifiche, acqua, difesa del suolo, inquinamento atmosferico, procedure ambientali e danno ambientale. Il provvedimento, che  consta di 700 pagine, 318 articoli e 45 allegati recepisce, inoltre, otto direttive comunitarie non ancora entrate nella legislazione italiana nei settori oggetto della delega.

  • 11/02/2006 - EMAS - Allineamento con ISO 14001:2004: Con regolamento Comunitario n. 196/2006 si modificano i requisiti per ottenere la registrazione Emas, in particolare l’allegato I del regolamento (CE) n. 761/2001, per adeguarsi alla norma ISO 14001:2004. Le aziende già registrate devono essere conformi ai nuovi requisiti in occasione della prima verifica successiva all'entrata in vigore  del regolamento (24 febbraio 2006). Nell'ipotesi che questa avvenga entro il 24 agosto 2006, la data della verifica seguente può essere spostata di 6 mesi.

  • 10/02/2006 - Legge Comunitaria 2005: Pubblicata in Gazzetta la legge comunitaria 2005 che, all'art. 11, conferma  per i liberi professionisti, produttori di rifiuti pericolosi non urbani, l'obbligo di tenuta del registro di carico e scarico  da assolversi mediante la conservazione dei formulari di trasporto dei rifiuti.

  • 07/01/2006 - Trasporto su strada delle merci pericolose in cisterne: Pubblicato il decreto 19 settembre 2005 che disciplina le procedure di approvazione delle cisterne e la documentazione  prevista ai fini della circolazione dei veicoli adibiti al trasporto su strada delle merci pericolose  appartenenti alle classi di pericolo indicate negli allegati della direttiva 94/55/CE.

  • 07/01/2006 - Inceneritori dei rifiuti: Con decreto legge 30 dicembre 2005, n. 273 art. 22, il termine di adeguamento alle disposizioni del decreto legislativo 11 maggio 2005, n. 133 è stato spostato dal «28 dicembre 2005» al «28 febbraio 2006».

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it