Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
consulenza ambientaleconsulenza qualitàconsulenza sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE 
formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
assistenza finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza e realizzazione progetti  
SERVIZI ON-LINE
servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



 
ARCHIVIO NEWS
 
AREA NORMATIVA
 
 


News / Dalle Regioni / Piemonte

 
29-11-2008 Regione Piemonte - Rilascio delle autorizzazioni sul paesaggio
 
La Regione Piemonte ha approvato il 25 novembre in Consiglio regionale il disegno di legge che adegua la normativa piemontese all'entrata in vigore della seconda modifica del "Codice dei beni culturali e del paesaggio".

Lo Stato, avvalendosi di alcune decisioni della Corte Costituzionale, ha infatti scelto di rivendicare la sua esclusiva competenza sulla tutela del paesaggio e ha introdotto nell'ordinamento disposizioni con le quali molta legislazione regionale si poneva in aperto contrasto.

"Si tratta, precisa l'assessore alle Politiche territoriali Sergio Conti, in particolare della delicata materia che regola la sub-delega ai Comuni del potere di rilasciare autorizzazioni paesaggistiche: materia sulla quale il ritardo nell'adeguare la normativa da parte regionale provocherebbe non solo ritardi nel rilascio delle autorizzazioni, ma anche rischi ai cittadini che dovessero utilizzare autorizzazioni rilasciate con procedure non corrette. La materia, infatti, è oggetto di sanzioni penali".

Per consentire alle amministrazioni comunali il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche, le nuove disposizioni impongono verifiche preventive eseguite con modalità e da commissioni diverse da quelle previste dalla legislazione regionale (che si limita a far esaminare le richieste da una commissione edilizia integrata da un esperto, con specifica e comprovata competenza nella tutela dei valori ambientali).

"L'assessore precisa che la nuova legge deve essere operante dal 1° gennaio 2009: dopo tale data, in mancanza della nuova organizzazione richiesta dalla Stato, si configura un rischio reale di non poter assentire le autorizzazioni se non mediante procedure defatiganti che creeranno, inevitabilmente, ritardi rilevanti e inaccettabili".
 

 

Documenti di approfondimento

 
Fonte: Regione Piemonte


Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it


documenti
Servizio di
documentazione
normativa

I documenti contrassegnati con sono riservati e a pagamento. Per informazioni sull'acquisto vedi la pagina delle condizioni