Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
consulenza ambientaleconsulenza qualitàconsulenza sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE 
formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
assistenza finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza e realizzazione progetti  
SERVIZI ON-LINE
servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



 
ARCHIVIO NEWS
 
AREA NORMATIVA
 
 


News / Dalle Regioni / Toscana

 
14-03-2008 Regione Toscana – Partecipazione cittadini
 

È stata pubblicata sul BUR n. 1 del 3 gennaio 2008 la Legge Regionale n. 69 del 27 dicembre 2007, entrata in vigore il 18 gennaio 2008, che regola la compartecipazione dei cittadini alle scelte locali, ivi comprese quelle urbanistiche e ambientali. La partecipazione è prevista anche in materia sanitaria, di discariche di rifiuti, di reti telematiche.

A gestirla è l’Autorità regionale per la garanzia e la promozione della partecipazione che valuta e ammette le proposte di dibattito pubblico sui grandi interventi con possibili rilevanti impatti di natura ambientale, territoriale, sociale ed economica, nonché regola il sostegno regionale e i progetti partecipativi.

La legge regionale sulla partecipazione si propone come uno strumento innovativo per incentivare e diffondere nuove forme e nuovi metodi di partecipazione, attraverso la costruzione di nuovi istituti partecipativi, percorsi e regole condivise per discutere i problemi grandi e piccoli di una comunità, valutare le possibili soluzioni attraverso il dialogo e il confronto, entro tempi definiti, nella fase preliminare che precede la vera e propria decisione.

La legge prevede che un ente locale, ma anche un gruppo di cittadini, un’associazione, un istituto scolastico o anche un’impresa, possano presentare un progetto di processo partecipativo.

Se un cittadino su cento in Regione propone un dibattito pubblico, esso va organizzato. Inoltre i cittadini e le associazioni possono presentare per farsi finanziare progetti partecipativi diversi dal dibattito pubblico.

 

 

Documenti di approfondimento

 
Legge Regionale n. 69 del 27 dicembre 2007


Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it


documenti
Servizio di
documentazione
normativa

I documenti contrassegnati con sono riservati e a pagamento. Per informazioni sull'acquisto vedi la pagina delle condizioni