Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
consulenza ambientaleconsulenza qualitàconsulenza sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE 
formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
assistenza finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza e realizzazione progetti  
SERVIZI ON-LINE
servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



 
ARCHIVIO NEWS
 
AREA NORMATIVA
 
 

News / Dalle Regioni / Emilia-Romagna

16-01-2012

Regione Emilia-Romagna - Nuove disposizioni gestionali delle aree protette e siti rete natura 2000

La Regione Emilia-Romagna con la legge n. 24 del 23 dicembre 2011 ha approvato nuove disposizioni relative alla riorganizzazione del sistema regionale delle aree protette e dei siti della rete natura 2000.

Il sistema è stato riorganizzato in cinque macro-aree con esigenze di tutela e caratteristiche omogenee: Emilia Occidentale, Emilia Centrale, Emilia Orientale, Delta del Po, Romagna.

La legge, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2012, affida alla Regione le funzioni di organizzazione territoriale e ha la finalità di:

a) conseguire una efficace azione di tutela e conservazione della biodiversità regionale;

b) attuare una gestione coordinata delle Aree protette e dei Siti della Rete natura 2000;

c) contribuire alla costruzione della rete ecologica regionale;

d) arrestare la perdita della biodiversità sul territorio regionale entro il 2020 coerentemente con quanto stabilito a livello comunitario ed internazionale;

e) garantire la fruizione consapevole e informata delle Aree protette e dei Siti della Rete natura 2000 da parte dei cittadini;

f) migliorare l’efficacia gestionale delle Aree protette e dei Siti della Rete natura 2000 individuando un ambito adeguato di esercizio della funzione e razionalizzarne la spesa;

g) integrare l’azione di tutela della biodiversità perseguita dalla presente legge con le funzioni regionali in materia di tutela e di monitoraggio dell’ambiente marino e costiero;

h) salvaguardare le aspettative delle generazioni future.

Inoltre, la legge istituisce il Parco regionale dello Stirone e del Piacenziano, che deriva dall’unione del Parco regionale fluviale dello Stirone, istituito con legge regionale 2 aprile 1988, n. 11, con la Riserva Naturale Geologica del Piacenziano, istituita con deliberazione del Consiglio regionale n. 2328 del 15 febbraio 1995.


 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it