Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Puglia

05-05-2012

Regione Puglia, emanato il regolamento sul riutilizzo delle acque reflue depurate

La Regione Puglia, con il regolamento regionale n. 8 del 18 aprile 2012, ha approvato le norme e misure volte a favorire il riciclo dell’acqua e il riutilizzo di acque reflue depurate.

Il Regolamento, recita il testo, contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di qualità tramite le misure di intervento individuate dal Piano regionale di Tutela delle Acque (PTA).

Le misure sono volte alla:

  • a) tutela qualitativa e quantitativa delle risorse idriche;
  • b) riduzione dei prelievi dalle acque superficiali e sotterranee;
  • c) riduzione degli impatti sui corpi idrici recettori.

Il PTA definisce un primo elenco degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane destinabili al riutilizzo; si tratta di impianti già esistenti, in fase di realizzazione od adeguamento e di impianti oggetto di proposta di realizzazione, secondo quanto previsto nel programma di misure dello stesso PTA. Per ciascuno di detti impianti il PTA indica la valenza del recupero e riutilizzo ai fini del perseguimento di obiettivi di qualità ambientale. E’ da considerarsi prioritario l’avvio all’esercizio degli impianti già esistenti.

Gli impianti elencati nel PTA, unitamente a quelli successivamente progettati o realizzati al medesimo scopo, devono rispettare quanto previsto dal D.M. 185/03 recante norme tecniche per il riutilizzo delle acque reflue.

 

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it