Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Finanziamenti /Emilia-Romagna

27-03-2012

Regione Emilia-Romagna - Bando ricerca e innovazione 2012

La Regione Emilia-Romagna ha pubblicato un nuovo bando per sostenere progetti di ricerca industriale prevedendo finanziamenti per la ricerca, l'innovazione e la crescita nelle imprese del territorio regionale.

La nuova misura è stata pubblicata in attuazione dell’articolo 8 della Finanziaria regionale (legge 21/2011).

Il bando si propone di sostenere gli investimenti delle imprese per l’innovazione e la collaborazione con i centri di ricerca di Università ed Enti. Progetti che, per essere finanziati, dovranno produrre un aumento occupazionale certo e misurabile.

Potranno essere finanziati progetti di ricerca industriale o di sviluppo sperimentale, non ancora avviati all’atto di presentazione della domanda, il cui importo complessivo non sia inferiore a 1 milione di euro.

Sono finanziabili spese per il personale, per l’acquisto o la locazione di strumenti e impianti, per la ricerca contrattuale e i brevetti, per materiali e lavorazioni direttamente imputabili alla realizzazione dei prototipi e per spese generali, fino a un massimo del 5% del totale.

L’aiuto potrà arrivare a coprire fino al 50% delle spese ammissibili per attività di ricerca industriale e fino al 25% per lo sviluppo sperimentale. Queste percentuali devono essere incrementate del 10% nel caso in cui l’impresa sia una Pmi. Obiettivi dei progetti devono essere la realizzazione di prodotti innovativi, l’aumento della competitività, il rafforzamento delle filiere regionali, il miglioramento della sostenibilità ambientale, lo sviluppo di nuovi laboratori nelle imprese, ma anche l’incremento dell’occupazione. Secondo il bando il programma complessivo dovrà prevedere al termine un aumento, del 10% o di 25 unità del numero degli addetti a tempo indeterminato o un aumento degli addetti a tempo indeterminato che si occupano di ricerca e sviluppo di almeno 10 unità, sempre rispetto allo scorso 31 dicembre.

Le domande potranno essere presentate fino al 15 maggio 2012.

 

 

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it