Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Corte di Giustizia UE

20-07-2012

Corte di giustizia Europea, Italia condannata sul trattamento delle acque reflue urbane

La Corte di giustizia europea, con la  sentenza C‑565/10 del 19 luglio 2012, ha condannato l'Italia, in quanto inadempiente sul trattamento delle acque reflue urbane in decine di comuni italiani, con una popolazione uguale o superiore ai 15 mila abitanti.

In particolare, la Corte ha censurato l'Italia per violazione della direttiva 91/271 sotto tre profili:

  •  centri abitati in cui bisogna garantire che siano provvisti di reti fognarie per le acque reflue urbane;
  • altri centri abitati in cui bisogna garantire che le acque che confluiscono nelle fognature, siano sottoposte a trattamento;
  •  agglomerati in cui è necessario che la progettazione, la costruzione, la gestione e la manutenzione degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane siano capaci di garantire prestazioni sufficienti nelle normali condizioni climatiche locali e perché la progettazione degli impianti tenga conto delle variazioni stagionali di carico.

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it