Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

14-01-2009

Rifiuti - SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) - Pubblicato in GU il decreto

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 9 del 13-1-2010  - Suppl. Ordinario n. 10 il Decreto ministeriale 17 dicembre 2009 "Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, ai sensi dell'articolo 189 del decreto legislativo n. 152 del 2006 e dell'articolo 14-bis del decreto-legge n. 78 del 2009 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 102 del 2009".

In particolare, con il sistema SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) viene informatizzata l'intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per la Regione Campania e si abbandona il sistema cartaceo, imperniato sui tre documenti costituiti dal Formulario di identificazione dei rifiuti, Registro di carico e scarico, Modello unico di dichiarazione ambientale (MUD).

Il decreto individua tra le categorie  interessate (produttori, trasportatori,...) i soggetti che sono obbligati all'iscrizione al sistema SISTRI e i soggetti che invece hanno la facoltà di iscriversi, nonché i tempi per effettuare l'iscrizione e l'entrata in funzione del sistema.

La domanda di iscrizione al SISTRI può essere effettuata direttamente (on-line www.sistri.it, telefono, fax,...) o indirettamente (associazioni di categoria,...).

In seguito, gli operatori dovranno ritirare i dispositivi tecnologici, che consistono in una chiavetta token Usb (comprensiva di un software per la registrazione dei rifiuti) per ogni unità locale e per ogni mezzo di trasporto dei rifiuti speciali e di una scatola nera (black box) per monitorare il tragitto di ogni veicolo adibito al trasporto.

 Gli oneri derivanti dal funzionamento del sistema sono coperti con i contributi annuali che le imprese iscritte al Sistri devono pagare.

* N.B.: Il decreto è stato sostituito dal Decreto Ministeriale 18 febbraio 2011, n. 52 che ha riunito in un solo testo tutti i precedenti cinque decreti emanati finora sul Sistri.


Documenti di approfondimento

Decreto ministeriale 17 dicembre 2009
"Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, ai sensi dell'articolo 189 del decreto legislativo n. 152 del 2006 e dell'articolo 14-bis del decreto-legge n. 78 del 2009 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 102 del 2009".

Vai alla Sezione Consulenza Area NORMATIVA …>>



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it