Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

29-04-2010

Rifiuti - In gazzetta il nuovo MUD

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 aprile 2010, n. 98 -  Supplemento ordinario n. 80 - il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 aprile 2010 di modifica al Modello di dichiarazione ambientale (MUD).

Il provvedimento definisce infatti il nuovo modello disponendo che:

- il nuovo modello di dichiarazione sostituisce il modello allegato al DPCM 2 dicembre 2008;

- deve essere utilizzato per le dichiarazioni da presentare, entro il termine stabilito dalla legge, con riferimento all'anno 2009;

- le dichiarazioni già presentate utilizzando il modello sostituito rimangono comunque valide.

Il nuovo Modello Unico di Dichiarazione ambientale risulta articolato in quattro capitoli:

  1. Capitolo 1rifiuti (obblighi e soggetti di cui agli artt. 189 e 220 del D.Lgs. n. 152/2006 nonché gestori di impianti di trattamento e di recupero dei RAEE di cui all’art. 9, c. 4 del D.Lgs n. 151/2005);

  2.  Capitolo 2 - veicoli fuori uso (obblighi e soggetti che effettuano raccolta, trasporto, trattamento e recupero dei veicoli fuori uso di cui all’art. 11, c. 3 del D.Lgs n. 209/2003);

  3. Capitolo 3AAE e RAEE (obblighi e soggetti di cui all’art. 13, c. 6 e 7, D.Lgs n. 151/2005, iscritti al Registro nazionale dei produttori di AEE di cui all’art. 14 del medesimo decreto);

  4. Capitolo 4 – emissioni (obblighi e soggetti di cui al Reg. (CE) n.166/2006).

In ultima analisi,  nella situazione di incertezza che circonda il MUD da presentare quest'anno, si sottolinea anche la problematica giuridica sulla data di utilizzo del nuovo modello disposta dal D.C.P.M. 27 aprile 2010. 

Infatti, la legge 25 gennaio 1994, n. 70 (istitutiva del MUD), all'art. 6 c. 2 bis (introdotto dalla legge n. 91/2001) prevede la possibilità di modificare e integrare il MUD con D.P.C.M., ma entro la data del 1º marzo; in tale ipotesi, recita il comma, "il termine per la presentazione del modello è fissato in centoventi giorni a decorrere dalla data di pubblicazione del predetto decreto".


Vedi new del 30-04-2010 Rifiuti - MUD - Approvato il decreto legge di proroga al 30 giugno 2010

Vai alla Sezione Consulenza Area NORMATIVA …>>



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it