Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

17-11-2010

Rifiuti - Tariffa di igiene ambientale (Tia) assoggettata all’Iva

Il Dipartimento delle Finanze con la Circolare n. 3/DF dell’11 novembre 2010 ha affermato che la Tariffa di igiene ambientale (Tia) prevista dall’art. 49 del D.Lgs. n. 22/1997 (c.d. decreto Ronchi) deve essere assoggettata all’Iva in quanto non è un tributo.

A sostegno della suddetta soluzione, nella circolare si sostiene  che la tariffa di igiene ambientale (Tia1) prevista dall’art. 49 del D.Lgs. n. 22/1997 ha natura di corrispettivo, in quanto vi è una “sostanziale identità” con la Tariffa integrata ambientale (Tia2), di cui all’art. 238 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152.

Di conseguenza, sia alla Tia1 che alla Tia2 si applicano le nuove disposizioni previste dall’art. 14, c. 33, del D.L. 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, il quale con una disposizione interpretativa ha disposto in ordine alla Tariffa integrata ambientale (Tia2) che le disposizioni di cui all’art. 238 del D.Lgs. n. 152 del 2006, “si interpretano nel senso che la natura della tariffa ivi prevista non è tributaria".


Documenti di approfondimento

◊ Vai alla Sezione Consulenza Area Normativa …>>

◊ Vai alla Sezione Consulenza Area Ambiente …>>

 

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it