Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

10-06-2011

Rifiuti - Emanato decreto gestione pneumatici fuori uso

sulla Gazzetta Ufficiale n. 131 dell' 8 giugno 2011 è stato pubblicato il decreto ministeriale 11 aprile 2011, n. 82 recante il "Regolamento per la gestione degli pneumatici fuori uso (PFU), ai sensi dell'articolo 228 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modificazioni e integrazioni, recante disposizioni in materia ambientale".

 Il decreto, in attuazione a quanto stabilito dall'art. 228 del D.lgs. 152/2006, disciplina la gestione degli pneumatici fuori uso (PFU), al fine di ottimizzarne il recupero, prevenirne la formazione e proteggere l'ambiente, prevedendo obblighi a carico dei produttori/importatori degli stessi.

Tra questi, in particolare, i produttori/importatori di pneumatici saranno tenuti a raccogliere e gestire annualmente un quantitativo di Pfu almeno equivalente agli pneumatici immessi sul mercato nell’anno precedente.

Transitoriamente, il decreto prevede che "al fine di adempiere ai propri obblighi sono individuati i seguenti obiettivi di raccolta e gestione degli pneumatici a fine vita:

 a) al 31 dicembre 2011 gestione di almeno il 25%;

b) al 31 dicembre 2012 gestione di almeno l'80%;

c) al 31 dicembre 2013 e per gli anni successivi gestione del 100%.

I produttori/importatori potranno avvalersi, per la gestione dei pfu,  anche di una o più strutture societarie autonome di natura consortile.

Per far fronte alla copertura dei costi della gestione è previsto un contributo a carico degli utenti finali. L'ammontare del contributo sarà di riferimento anche per stabilire l’ammontare delle sanzioni amministrative pecuniarie a carico dei produttori/importatori nel caso di violazioni degli obblighi previsti dal regolamento.


◊ Vai alla Sezione Consulenza Area Normativa …>>

◊ Vai alla Sezione Consulenza Area Ambiente …>>

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it