Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

27-12-2011

Rifiuti - Proroga dichiarazione Sistri (c.d. MiniMud)

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 298 del 23 dicembre 2011 è stato pubblicato il decreto del ministro dell’ambiente 12 novembre 2011, recante Proroga dei termini per la presentazione della comunicazione di cui all'articolo 28, comma 1, del decreto 18 febbraio 2011, n. 52, recante «Regolamento recante istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, ai sensi dell'articolo 189 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e dell'articolo 14-bis  del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102».

In particolare, il decreto differisce  dal 31 dicembre 2011 al 30 aprile 2012 il termine per la presentazione della dichiarazione Sistri (cd. "MiniMud") da parte dei produttori iniziali di rifiuti e delle imprese di recupero e di smaltimento dei rifiuti, con riferimento alle operazioni 2011.

 Il decreto, inoltre, dispone che i rifiuti prodotti e smaltiti nel periodo del 2012 non ancora coperto dal Sistri dovranno essere dichiarati “entro sei mesi dalla data di entrata in operatività del Sistri”.

Per le modalità di compilazione, rimangono ferme le istruzioni dettate dal Ministero dell’Ambiente con la circolare 2 marzo 2011, n. 6774.

La circolare prevede infatti che per la dichiarazione del 30 aprile e di quella del 31 dicembre (ora prorogata al 30 aprile) i soggetti obbligati possono seguire due modalità alternative:

  •  compilare telematicamente i modelli che saranno pubblicati sul sito del Sistri,

 oppure

  •  compilare e trasmettere alla CCIAA competente per territorio le schede del capitolo 1-Rifiuti del D.P.C.M. 27 aprile 2010, previo pagamento dei diritti di segreteria. Saranno poi le Camere di commercio ad inoltrare le informazioni raccolte al SISTRI e all’ISPRA, deputato all’elaborazione dei dati nell’ambito del Catasto dei rifiuti.


◊ Vai alla Sezione Consulenza Area Normativa …>>

◊ Vai alla Sezione Consulenza Area Certificazioni …>>

 

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it