Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Energia

11-07-2012

In Gazzetta Ufficiale i decreti di attuazione sulla incentivazione degli impianti fotovoltaici e le altre fonti rinnovabili

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 159 del 10-7-2012 - Suppl. Ordinario n. 143 - sono stati pubblicati i decreti ministeriali del 5 luglio 2012 "recante incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici (c.d. Quinto Conto Energia)" e del 6 luglio 2012 "recante incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici", di attuazione rispettivamente degli artt. 25 e 24 del D.lgs. 3 marzo 2011, n. 28.

  • Il decreto del 5 luglio 2012 (c.d. Quinto Conto Energia) disciplina le modalità di incentivazione per la produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica da applicarsi successivamente al raggiungimento di un costo indicativo cumulato annuo degli incentivi di 6 miliardi di euro.

    L’Autorità per l’energia elettrica e il gas, sulla base degli elementi comunicati dal GSE ed entro tre giorni lavorativi dalla data della comunicazione, con propria delibera, pubblicata sul sito della medesima Autorità, individua la data in cui il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi, così come definito dall’articolo 3, comma 1, lettera z), del DM 5 maggio 2011, raggiunge il valore di 6 miliardi di euro l’anno.
  • Il decreto del 6 luglio 2012 (sulla incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici) ha la finalità di sostenere la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili attraverso la definizione di incentivi e modalità di accesso semplici e stabili, che promuovano l’efficacia, l’efficienza e la sostenibilità degli oneri di incentivazione in misura adeguata al perseguimento dei relativi obiettivi, stabiliti nei Piani di azione per le energie rinnovabili di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto legislativo n. 28 del 2011.

    Il decreto per le altre rinnovabili elettriche si applica agli impianti da fonte idroelettrica, geotermica, eolica, da biomasse e biogas con potenza non inferiore a 1 kW che entrano in esercizio in data successiva al 31 dicembre 2012. Il costo indicativo annuo degli incentivi è fissato a 5,8 miliardi euro.

 

Vedi new del 13-07-2012 Quinto conto energia, le nuove regole incentivanti dal 27 agosto 2012

 

 

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it