Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali

31-12-2012

Legge di stabilità 2013, novità in materia Ambientale e Valutazione dei rischi

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2012 - Supplemento ordinario n. 212 -  la Legge 24 dicembre 2012, n. 228 recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013)".

 La Legge, composta da un solo articolo di 561 commi e da due allegati e che entra in vigore il 1° gennaio 2013,  introduce anche alcune novità in campo ambientale e autocertificazione della valutazione dei rischi.

In materia ambientale si segnala:

  • il comma 358 che prevede la nomina di un commissario per la gestione dei rifiuti urbani nella provincia di Roma e, i successivi c. 359 e 360, che ne disciplinano i poteri;
  • il comma 364 che modifica il D.lgs. 3 marzo 2011, n. 28 per salvaguardare la produzione di energia elettrica da impianti alimentati da bioliquidi.
  • il comma 387 che disciplina la TARES: dal 1° gennaio 2013 sostituisce la TARSU e TIA  e sarà pagata a partire da aprile 2013. Sarà costituita da due quote: una per coprire tutti i costi di raccolta e smaltimento rifiuti e l’altra per coprire i costi relativi ai servizi indivisibili dei Comuni.

Si segnala inoltre il comma 388 che fissa al 30 giugno 2013 il termine di scadenza dei termini e dei regimi giuridici indicati nella tabella 2 allegata alla legge: tra questi viene fissato al 30 giugno 2013 il termine del 31 dicembre 2012 previsto nell’art. 29, comma 5 del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (Testo Unico Sicurezza). In altre parole,

  •  viene prorogata al 30 giugno 2013 la possibilità per le aziende fino a 10 lavoratori di autocertificare la valutazione dei rischi.

A tal proposito, si fa presente che la norma modificata dispone ora che i datori di lavoro che occupano fino a 10 lavoratori possano continuare a autocertificare l'avvenuta valutazione dei rischi «fino alla scadenza del terzo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale» che ha istituito le procedure standardizzate (e cioè al 5 maggio 2013, in quanto la norma entrerà in vigore il 5 febbraio 2013) «e, comunque, non oltre il 30 giugno 2013». Pertanto, ad una prima lettura delle norme, il termine ultimo da rispettare dovrebbe essere quello del 5 maggio 2013.


 

 

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it