Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Acque e rumore

04-02-2012

Semplificazioni ambientali in materia di acque, scarichi e rumore per le PMI

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 28 del 3-2-2012 è stato pubblicato il Decreto del Presidente della Repubblica 19 ottobre 2011, n. 227 recante "Regolamento per la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle imprese, a norma dell'articolo 49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122".

Il regolamento, che entra in vigore il 18 febbraio 2012, semplifica infatti gli adempimenti relativi alle acque reflue, all'autorizzazione agli scarichi e alla  documentazione di impatto acustico delle piccole e medie imprese (PMI), di cui all'articolo 2 del decreto ministeriale 18 aprile 2005, ovvero per le imprese che:

- hanno meno di 250 occupati e hanno un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro,

- oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro. .

In particolare, per le PMI:

  • sono determinati nuovi criteri per l’assimilazione degli scarichi delle stesse alle acque reflue domestiche;
  • viene introdotto l’utilizzo dell'autocertificazione, di cui al D.P.R. 445/2000, ai fini del rinnovo dell'autorizzazione dello scarico;
  • viene introdotto, anche per il rumore, lo strumento dell'autocertificazione, nonché per determinate attività a bassa  rumorosità viene prevista l'esclusione dall'obbligo di presentare la documentazione di impatto acustico, di cui all'articolo 8, commi 2, 3 e 4, della legge 447/1995;
  • infine, il regolamento prevede che le istanze di autorizzazione, la documentazione, le dichiarazioni e le altre attestazioni richieste in materia ambientale siano presentate esclusivamente per via telematica allo Sportello unico per le attività produttive competente per territorio.

 

 

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it