Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

22/09/2012

Terre e rocce da scavo, emanato il regolamento sui criteri per essere considerate sottoprodotto e non rifiuto

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 221 di ieri è stato pubblicato il decreto 10 agosto 2012, n. 161 recante la "disciplina dell'utilizzazione delle terre e rocce da scavo".

Il regolamento, composto da 16 articoli e 9 allegati, entra in vigore il 6 ottobre 2012; emanato in attuazione dell’art. 49 del D.L. 24 gennaio 2012 stabilisce i criteri qualitativi che devono essere soddisfatti affinché i materiali di scavo siano considerati sottoprodotti e non rifiuti, nonché le procedure e le modalità per la gestione e l’utilizzo degli stessi.

I materiali da scavo, che soddisfano i requisiti previsti dal regolamento, saranno considerati sottoprodotto e non rifiuto. Gli stessi devono essere gestiti mediante un piano di utilizzo predisposto dall'impresa e presentato almeno 90 gg. prima dell'inizio dei lavori, anche in via telematica, all'autorità competente per la realizzazione dell'opera.


documenti di riferimento

Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

 

 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it