Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

servizi legali Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

consulenza certificazioni Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

consulenza normativa Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

consulenza certificazioni Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Sicurezza sul lavoro

10-12-2012

Valutazione dei rischi, in gazzetta le procedure standardizzate

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 285 del 6 dicembre 2012 il comunicato del Ministero del Lavoro recante "Recepimento delle procedure standardizzate di effettuazione della valutazione dei rischi di cui all'articolo 29, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche ed integrazioni, ai sensi dell'articolo 6, comma 8, lettera f), del medesimo decreto legislativo".

Il comunicato avvisa che il 30 novembre 2012, con decreto interministeriale, sono state recepite le "procedure standardizzate" per la valutazione dei rischi di cui all'articolo 29, comma 5, del decreto legislativo n. 81/2008, ai sensi dell'articolo 6, comma 8, lettera f), del medesimo decreto legislativo.

Il documento, approvato dalla Commissione consultiva il 16 maggio 2012,  individua il modello di riferimento per l'effettuazione della valutazione dei rischi e il suo aggiornamento da parte dei datori di lavoro, di cui all'art. 29, comma 5, del D.lgs. n.81/2008, per individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione ed elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Le procedure standardizzate sono suddivise in due parti:

  1.  le linea guida con le istruzioni operative per la compilazione del documento;
  2. la modulistica da utilizzare per la redazione del documento di valutazione dei rischi aziendale.

Il modello si applica alle imprese che occupano fino a 10 lavoratori, ma può essere utilizzato anche dalle imprese fino a 50 lavoratori.


 



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it