SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Emilia-Romagna

05-10-2013

Regione Emilia-Romagna, dal 1° ottobre via alle misure contro lo smog

 Ripartono in Emilia-Romagna dal 1° ottobre 2013 le misure contro l'inquinamento definite nell'Accordo di programma per la qualità dell’aria 2012-2015 firmato da Regione, Province e Comuni con oltre 50mila abitanti.

 Sono previste, in sintesi, limitazioni alla circolazione dei mezzi più inquinanti dal lunedì al venerdì, i “giovedì senz’auto” e le domeniche ecologiche con iniziative di educazione ambientale per i cittadini dal 1 ottobre al 30 novembre e dal 7 gennaio al 31 marzo.

A queste misure si affiancano interventi strutturali e buone pratiche di gestione nelle città per contrastare l'inquinamento atmosferico. Nel mese di ottobre parte anche la campagna regionale “Liberiamo l’aria”, mentre le informazioni sulle misure adottate sono sul sito http://www.liberiamolaria.it  

Inoltre, in caso di condizioni particolarmente critiche rilevate dalle stazioni della rete regionale di monitoraggio dell’aria, potranno essere attivate misure emergenziali

 L’Accordo, che ha durata triennale, prevede “buone pratiche” di gestione delle città: dalle Ztl (Zone a traffico limitato) al mobility management, dai percorsi casa-scuola e casa-lavoro al risparmio energetico negli esercizi commerciali, dall’introduzione di punteggi premianti nei capitolati d’appalto al lavaggio delle strade.

Un approccio trasversale e integrato, che prende in considerazione i vari ambiti di emissione di sostanze inquinanti (produzione di energia, riscaldamento civile, agricoltura, industria) e stabilisce misure di intervento non solo per la mobilità.   

 Alle misure di limitazione della circolazione si affiancano interventi strutturali adottati dalla Giunta per intervenire sul risanamento della qualità dell’aria, a partire dai 19 milioni di euro assegnati lo scorso anno alle aziende di trasporto pubblico per il rinnovo del parco autobus. In questo modo 62 mezzi di vecchia generazione verranno sostituiti con altrettanti mezzi ecologici (61 autobus a metano e 1 filobus).

La Regione ha approvato inoltre lo stanziamento di oltre 6 milioni di euro per la realizzazione di piste ciclopedonali e infrastrutture verdi nei Comuni che sono impegnati ad attuare le misure previste dall’Accordo. 

 Ammontano a 13 milioni di euro le risorse stanziate nel 2012 dalla Regione per sostituire in 214 piccole e medie imprese le vecchie coperture in amianto con pannelli fotovoltaici.

Un intervento per coniugare la tutela della salute nei luoghi di lavoro con lo sviluppo delle energie rinnovabili e la difesa dell’ambiente.  Il sostegno ai Comuni aderenti all’Accordo per la realizzazione delle domeniche ecologiche è garantito con un apposito bando e il finanziamento fino a 10mila euro per ciascun Comune.

L’Accordo prevede inoltre meccanismi “premianti” per gli enti che intervengono con ancora maggiore decisione attraverso misure aggiuntive.


Sito internet: Regione Emilia-Romagna

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it