SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Lombardia

31-12-2013

Lombardia, nuove disposizioni impianti termici

La Regione Lombardia, con Delibera della Giunta Regionale del 20 dicembre 2013, n. X/1118 ha approvato l'"Aggiornamento delle disposizioni per l’esercizio, il controllo, la manutenzione e l’ispezione degli impianti termici".

Il provvedimento aggiorna le precedenti disposizioni regionali approvate con deliberazione della Giunta regionale n. 2601 del 30 novembre 2011 recependo i contenuti fondamentali del d.p.r. 74/2013 e dando attuazione alla misura ER-2 del PRIA.

Nel dettaglio, le nuove disposizioni disciplinano:

  • le attività di ispezione, da intendersi come interventi di controllo tecnico e documentale in situ, svolti da esperti qualificati incaricati dalle Autorità pubbliche competenti per perseguire gli obiettivi di cui all’art. 9, comma 2 del D.Lgs. 192/05 e ss.mm.ii.;
  • i requisiti degli ispettori;
  • le procedure di invio del rapporto di controllo tecnico del D.D.U.O. n. 6260 del 13 luglio 2012 e ss.mm.ii. attestante la conformità alla normativa dello stato di manutenzione ed esercizio dell’impianto termico;
  • la responsabilità dell’esercizio e della manutenzione degli impianti termici;
  •  la modalità di “controllo e manutenzione degli impianti termici”;
  •  la documentazione che identifica l’impianto termico e le comunicazioni da trasmettere alle Autorità competenti;
  •  i contributi per le Autorità competenti e le modalità di versamento, determinando gli importi in modo unitario, sulla base della fascia di potenza degli impianti termici;
  •  gli interventi di efficientamento energetico mediante adozione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore per
    gli impianti termici a servizio di una pluralità di utenze, nonché l’uso delle fonti energetiche rinnovabili o equivalenti;
  •  le modalità per l’esercizio dell’attività sanzionatoria;
  • i criteri per la redazione della relazione biennale sulle risultanze delle ispezioni effettuate e sullo stato di efficienza e manutenzione degli impianti termici svolte dalle Autorità competenti.

L'Autorità competente alle attività di ispezione degli impianti termici è il Comune nel caso di popolazione superiore a 40.000 abitanti, mentre è la Provincia per il restante territorio.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it