SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Puglia

12-12-2016

Puglia, attuazione norme in materia di prestazione energetica

La Regione Puglia, con legge regionale n. 36 del  5 dicembre 2016, ha approvato le “Norme di attuazione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e dei decreti del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 74 e n. 75, di recepimento della direttiva 2010/31/UE del 19 maggio 2010 del Parlamento europeo e del Consiglio sulla prestazione energetica nell’edilizia. Istituzione del “Catasto energetico regionale”.

 La legge, come previsto all'art. 1, promuove il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici esistenti e di nuova costruzione al fine di favorire la riduzione dei consumi energetici nel settore edilizio; istituisce il catasto regionale degli impianti termici, il catasto regionale degli attestati di prestazione energetica (APE); fissa i principi per lo svolgimento delle attività di controllo sul funzionamento degli impianti termici e sugli attestati di prestazione energetica degli edifici.

In particolare, ai sensi di quanto sopra, la legge:

  1.  disciplina le procedure per l’esecuzione degli accertamenti e delle ispezioni sugli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell’acqua calda per usi igienici e sanitari riguardanti lo stato di esercizio e manutenzione ai fini del contenimento dei consumi energetici su tutto il territorio di competenza della Regione Puglia;
  2. istituisce il “Catasto regionale degli impianti termici e degli attestati di prestazione energetica”, l’elenco regionale dei soggetti abilitati all’esercizio delle attività di ispezione, l’elenco regionale dei professionisti registrati nel sistema regionale per la trasmissione degli attestati di prestazione energetica degli edifici;
  3. definisce i criteri dei programmi, su base annua, di verifica della conformità dei rapporti di ispezione, i criteri dei programmi, su base annua, di controllo e verifica degli attestati di prestazione energetica trasmessi, i requisiti di qualificazione e aggiornamento professionale dei soggetti cui affidare le attività di ispezione sugli impianti termici, le modalità di gestione del “Catasto regionale degli impianti termici e degli attestati di prestazione energetica”;
  4. recepisce la direttiva 2010/31/UE e i provvedimenti nazionali di recepimento, adotta la metodologia nazionale per il calcolo della prestazione energetica degli edifici contenuta nei provvedimenti di recepimento e nelle norme tecniche nazionali di cui ai decreti interministeriali del 26 giugno 2015.

Le disposizioni nazionali previste dal Dpr 74/2013 (riferimento minimo inderogabile) si applicano integralmente, ove non espressamente stabilito in maniera diversa dalla legge o dai provvedimenti attuativi da adottarsi da parte della Giunta regionale.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it