SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Lombardia

26-04-2017

Lombardia, indicazioni istanze per tecnico competente in acustica

La Regione Lombardia, con un Comunicato regionale del 18 aprile 2017 fornisce "Indicazioni per la presentazione a Regione Lombardia delle istanze per tecnico competente in acustica conseguenti all’entrata in vigore del d.lgs. 42/2017".

Il d.lgs. 42/2017 infatti apporta modifiche significative alle modalità per il riconoscimento della  figura di tecnico competente in acustica e, di conseguenza,  con il comunicato vengono fornite alcune prime indicazioni operative per la presentazione della domanda, tra cui:

  • Le istanze presentate fino alla data del 18 aprile 2017, comprese le domande caricate in bozza nel sistema IstanTeC, verranno valutate secondo le modalità previgenti all’entrata in vigore del d.lgs. 42/2017.
  • Coloro che, presentando la domanda successivamente all’entrata in vigore del d.lgs. 42/2017, volessero avvalersi della fattispecie di cui all’articolo 22, comma 2, del d.lgs. 42/2017 (regime transitorio per i diplomati) dovranno presentare l’istanza avvalendosi del sistema IstanTeC dichiarando le attività svolte nell’arco dei quattro anni decorrenti a ritroso dalla data di presentazione della domanda.
  • Coloro che, successivamente alla entrata in vigore del d.lgs. 42/2017, intendessero presentare l’istanza ai sensi dell’articolo 22, comma 1, dovranno avvalersi dell’applicativo IstanTeC, utilizzando la maschera per la dichiarazione delle attività nella quale dovranno inserire come categoria quella denominata «Attività di formazione specialistica in acustica ambientale» nel campo «descrizione» dovranno dettagliare la fattispecie, tra quelle delle lettere di cui al comma 1 dell’articolo 22, nella quale ricadono fornendo tutti gli elementi informativi necessari per le opportune verifiche in merito a quanto dichiarato.

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it