SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Lombardia / IPPC

02-11-2017

Lombardia, ulteriori indirizzi applicazione BAT per la produzione di carta e cartone

Con D.d.s. 26 ottobre 2017, n. 13310, la Regione Lombardia ha approvato  l'Aggiornamento tecnico dell’allegato alla d.g.r. 24 ottobre  2016, n. X/5738 recante «Indirizzi per l’applicazione delle conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (MTD-BAT) per la produzione di carta e cartone, adottate ai sensi della direttiva 2010/75/UE, nell’ambito dei procedimenti di riesame delle autorizzazioni integrate ambientali (AIA)»

Come riportato nella premessa all'allegato:

Con la D.G.R. 24 ottobre 2016, n. 5738, sono stati forniti indirizzi per l’applicazione uniforme sul territorio regionale delle Conclusioni sulle Migliori tecniche Disponibili per la produzione di carta e cartone, di cui alla Decisione 2014/687/UE, nell’ambito dei procedimenti di riesame delle A.I.A..

Con detta delibera è stato previsto tra l’altro, per le motivazioni nella medesima esplicitate, l’attuazione di un monitoraggio conoscitivo degli scarichi idrici industriali in corpo idrico superficiale (C.I.S.) ed il relativo coordinamento tecnico da parte di ARPA Lombardia (di seguito Coordinamento tecnico).

Sulla base degli approfondimenti e delle valutazioni svolti nell’ambito di detto coordinamento tecnico è emersa la necessità di fornire ulteriori indicazioni per l’applicazione, per quanto possibile omogenea, delle conclusioni sulle BAT in argomento.

Gli indirizzi di cui al presente documento potranno essere oggetto di aggiornamento o modifica in considerazione delle risultanze derivanti da un congruo periodo di applicazione delle prescrizioni delle A.I.A. riesaminate ai sensi della Decisione 2014/687/UE ovvero qualora si rendesse necessario per adempiere a nuove disposizioni normative comunitarie, nazionali e regionali.

Restano inoltre fatte salve le specifiche valutazioni tecniche dell’autorità competente in ragione delle peculiarità produttive e impiantistiche dell’installazione oggetto di riesame e del contesto ambientale in cui la stessa è esercita.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it