SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Valle d'Aosta

26-09-2018

 Valle d'Aosta, approvate nuove linee guida per rifiuti prodotti dai cantieri edili

La Regione Valle d'Aosta, con delibera della Giunta adottata il 21 settembre 2018, ha approvato le nuove linee-guida per la gestione dei materiali/rifiuti inerti derivanti dalle attività di demolizione, costruzione e scavo, in attuazione del d.lgs. 152/2006.

Le linee guida intendono fornire indicazioni operative al fine di consentire ai produttori/gestori (progettisti, imprese, amministrazioni competenti al rilascio di titoli abilitativi edilizi…) una corretta gestione dei rifiuti e dei materiali inerti prodotti nell’ambito di cantieri edili e stradali, ed in particolare una corretta gestione dei materiali da scavo provenienti, nel pieno rispetto delle vigenti disposizioni nazionali e regionali.

Nel documento, si precisa che la gestione dei rifiuti/materiali inerti derivanti da attività di costruzione, demolizione e scavo, comprese le costruzioni stradali, deve avvenire nel pieno rispetto degli obiettivi e delle finalità di cui all’articolo 177 della Parte IV del decreto legislativo n. 152/2006.

Inoltre, i materiali gestiti come rifiuti devono, altresì, rispettare, oltre alle indicazioni riportate nel documento, le prescrizioni generali riportate negli articoli 187 (divieto di miscelazione di rifiuti pericolosi), 188 (responsabilità della gestione dei rifiuti), 188-bis (controllo della tracciabilità dei rifiuti), 188-ter (sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti – SISTRI), 189 (catasto dei rifiuti), 190 (registri di carico e scarico) e 193 (trasporto dei rifiuti) della citata Parte IV del d.lgs. n. 152/2006.

Infine, si segnala che per agevolare l’attuazione delle disposizioni sopra richiamate, nonché di quelle contenute nel documento, i soggetti interessati (Enti, professionisti, imprese, associazioni) possono inoltrare alla struttura regionale competente una richiesta di parere su casistiche puntuali, attraverso l’apposita sezione Internet del sito della Regione. Le risposte ai quesiti posti, qualora di interesse generale, saranno pubblicate sulla sezione delle F.A.Q..

Le nuove linee guida, che revocano le precedenti Linee-guida approvate con deliberazione della Giunta regionale n. 529 del 18 aprile 2014, saranno pubblicate sul Bur.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it