SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni                  Seguici su: Bottone da cliccare per seguirci su Twitter Bottone da cliccare per seguirci su Linkedin Bottone da cliccare per iscriverti alla Newsletter

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi online

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Lombardia

03-04-2020

Lombardia, prorogato invio dati rifiuti "Orso" per emergenza Covid-19

Regione Lombardia - D.g.r. 30 marzo 2020, n. 3005 recante "Modalità di compilazione dell’applicativo O.R.SO. (Osservatorio rifiuti sovraregionale) relativo alla raccolta dei dati di produzione e gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti gestiti dagli impianti in Regione Lombardia – Proroga dei termini a seguito dell’emergenza da COVID-19 e modifica allegato A".

La Lombardia, con D.G.R. 3005/202, in considerazione dello stato di emergenza e delle conseguenze dello stesso, ha disposto per l’anno 2020 una proroga fino al 30 giugno 2020 dell'invio dei dati sui rifiuti urbani mediante la piattaforma "Orso" rispetto ai termini stabiliti dalla d.g.r. 6511/2017 (Comuni per la produzione e gestione dei rifiuti urbani e soggetti gestori degli impianti per i rifiuti ritirati e trattati ).

A tal riguardo, le scadenze generali per il completamento e la convalida dei dati richiesti sono:

  •  per i Comuni: 31 marzo di ogni anno per i dati relativi all’anno precedente;
  •  per gli Impianti: 30 aprile di ogni anno per i dati relativi all’anno precedente.

La delibera, inoltre, prevede che anche in relazione al nuovo termine del 30 giugno 2020, in caso di motivata richiesta potrà essere concessa una proroga delle scadenze sopra indicate per Comuni e Impianti, da parte degli Osservatori provinciali rifiuti, non superiore a 30 giorni.

Comunque, viene precisato che il termine del 30 giugno 2020 potrà ulteriormente essere prorogato con decreto del dirigente competente in conseguenza di sopravvenute disposizioni nazionali che modifichino il termine di presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD).


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it