SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni                  Seguici su: Bottone da cliccare per seguirci su Twitter Bottone da cliccare per seguirci su Linkedin Bottone da cliccare per iscriverti alla Newsletter

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Basilicata

05-11-2021

Basilicata, linee guida controllo sostanze radioattive nelle acque

Delibera Giunta Regionali 22 ottobre 2021, n. 841 "D.Lgs.15 febbraio 2016, n. 28. Approvazione delle “Linee guida relative al programma di controllo delle sostanze radioattive presenti nelle acque destinate al consumo umano nel territorio della Regione Basilicata”.

La delibera 841/2021 approva le Linee guida regionali relative al programma di controllo delle sostanze radioattive presenti nelle acque destinate al consumo umano (Allegato A), in attuazione del D.Lgs. 15 febbraio 2016, n. 28, che ha assegnato alle Regioni il controllo sistematico dei livelli di radioattività presenti nelle acque destinate al consumo umano.

Il piano di campionamento si articola in:

  •  controlli esterni (di pertinenza delle strutture pubbliche, con prelievo a carico della ARPAB/AASSLL)
  •  controlli interni, effettuati dal gestore (Acquedotto Lucano).

Il piano di campionamento è stato elaborato dalla Regione Basilicata d’intesa ed in collaborazione con le ASL, l’ARPA Basilicata ed Acquedotto Lucano ed è stato sviluppato a partire dallo stato attuale della conoscenza sulla radioattività nelle acque potabili della Basilicata.

Tale conoscenza deriva da campagne di monitoraggio condotte su parte del territorio regionale e dall’attività che hanno pertanto consentito di effettuare quelle valutazioni preliminari, previste dal decreto legislativo, sulla base delle quali è stato poi concretamente articolato il programma di monitoraggio.

Il piano di monitoraggio è strutturato in:

  •  un piano di campionamento, che prevede l’analisi dell’attività alfa e beta totale, trizio e radon su un numero elevato di schemi idrici, rappresentativi di gran parte della popolazione. Il piano risulta articolato in controlli esterni (di pertinenza delle strutture pubbliche, con prelievo a carico della ARPAB/AASSLL) e in controlli interni, effettuati dal gestore (Acquedotto Lucano);
  •  un programma riguardante il radon.

♦ Vai alla Sezione Consulenza Area AMBIENTE…>> [Sistemi di Gestione ISO 14001 – EMAS; Sistemi di sostenibilità (ISCC-EU, D.M. 14/11/2019) dei biocarburanti (oli vegetali esausti), Modelli di organizzazione e gestione ex D.Lgs 231/2001, Certificazione di prodotto Remade in Italy®, Marchi di qualità ecologica Ecolabel – EPD,…]

♦ Vai alla Sezione Consulenza Area NORMATIVA...>> [Conduzione Audit di conformità normativa (ambiente, sicurezza e privacy), Supporto per adempimenti ambiente, sicurezza e privacy presso aziende ed enti,...]

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it