SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni                  Seguici su: Bottone da cliccare per seguirci su Twitter Bottone da cliccare per seguirci su Linkedin Bottone da cliccare per iscriverti alla Newsletter

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Dalle Regioni / Basilicata

27-09-2021

Basilicata, nuova disciplina emissioni odorigene

Legge Regionale 23 settembre 2021, n. 39 "Norme per la prevenzione e la limitazione delle emissioni odorigene".

La legge 39/2021, in vigore dal 25 settembre 2021, ha la finalità di prevenire e limitare le molestie olfattive prodotte da attività antropiche.

In particolare, le norme si applicano:

  1.  ai nuovi impianti e nuove attività, a condizione che detti impianti e attività siano soggetti all’autorizzazione concernente le emissioni in atmosfera, all’autorizzazione alla Gestione dei Rifiuti ed alla valutazione d’impatto ambientale o alla verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (screening);
  2.  a tutti gli impianti ed attività esistenti, nei casi di: modifiche o estensioni dei progetti relative ad impianti già autorizzati, realizzati o in fase di realizzazione, ove tali modifiche o estensioni comportino una variazione significativa del quadro emissivo odorigeno e ripetute segnalazioni di odori, non ascrivibili solamente ad imprevedibili episodi di malfunzionamento o di anomalie impiantistiche o gestionali;
  3.  ad impianti ed attività, qualora l'Autorità Competente ritenga necessario e urgente riesaminare l’autorizzazione a seguito di ripetute segnalazioni di odori.

È fatto comunque salvo quanto specificatamente disposto da altra normativa regionale relativamente alle problematiche olfattive derivanti da particolari attività o impianti.

I procedimenti avviati per effetto delle disposizioni della D.G.R. 22 aprile 2002, n. 709 "Linee guida per la progettazione, la costruzione e la gestione degli impianti di compostaggio e di stabilizzazione” restano disciplinati dalla normativa previgente e dalla data di entrata in vigore della legge la suddetta Dgr 709/2002 è abrogata limitatamente alle prescrizioni e disposizioni concernenti le emissioni odorigene.


◊ Vai alla Sezione Consulenza Area Normativa …>>

♦ Vai alla Sezione Consulenza Area AMBIENTE…>>

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it