SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Rifiuti

15-12-2015

Cassazione penale, discarica abusiva e responsabilità del proprietario dell'area

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 45145 dell'11 novembre 2015, ha affermato che "Risponde del reato di discarica abusiva il proprietario dell'area ove i rifiuti sono conferiti da terzi previo accordo al fine di collocarli definitivamente sul posto, utilizzandoli per la realizzazione di opere sul terreno medesimo, configurando tale condotta una diretta partecipazione al reato".

La Corte, con la sentenza, ha ricordato quanto già ripetutamente affermato dalla stessa in tema di discarica abusiva, che si ha tutte le volte in cui, per effetto di una condotta ripetuta, i rifiuti vengono scaricati in una determinata area, trasformata di fatto in deposito o ricettacolo di rifiuti con tendenziale carattere di definitività, in considerazione delle quantità considerevoli degli stessi e dello spazio occupato.

Quindi, la discarica abusiva dovrebbe presentare, orientativamente, una o più tra le seguenti caratteristiche, la presenza delle quali costituisce valido elemento per ritenere configurata la condotta vietata:

  1. accumulo, più o meno sistematico, ma comunque non occasionale, di rifiuti in un'area determinata;
  2. eterogeneità dell'ammasso dei materiali;
  3. definitività del loro abbandono;
  4. degrado, quanto meno tendenziale, dello stato dei luoghi per effetto della presenza dei materiali in questione.

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it