SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Rifiuti

13-10-2016

Cassazione penale, abbandono di rifiuti quale reato proprio

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 38823 del  20 settembre 2016, si è pronunciata sulla fattispecie di abbandono di rifiuti affermandone la natura di reato proprio.

La fattispecie di cui all’art. 256, comma 2, del d.lgs. n. 152 del 2006 si configura come "reato proprio", per la cui integrazione è necessario che la condotta tipica sia commessa dai "titolari di imprese" ovvero dai "responsabili di enti".

Secondo un precedente orientamento condivisibile dalla Corte, "Uno degli indici rivelatori del fatto che nel prestare l'attività tipica il soggetto attivo non agisca come privato cittadino è dato proprio dalla natura e provenienza dei materiali dismessi".


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it