SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Aria

21-06-2016

Cassazione penale, emissioni in atmosfera senza autorizzazione

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 22245 del 27 maggio 2016, si è pronunciata sulla irrilevanza del superamento o meno dei valori limite nella fattispecie di reato di emissioni in atmosfera in assenza di autorizzazione.

La contravvenzione prevista dall'art. 279, comma primo, del d.lgs. 3 aprile 2006, n. 152 è configurabile indipendentemente dal fatto che le emissioni in atmosfera superino o meno i valori limite stabiliti dalla legge attesa la natura formale del reato.

Trattasi, infatti, per costante indirizzo di questa Corte, di un reato permanente, formale e di pericolo (Sez. 3, n. 24334 del 13/5/2014, Rv. 259670), che non richiede neppure che l'attività inquinante abbia avuto effettivo inizio, essendo sufficiente la sola sottrazione della stessa al controllo preventivo degli organi di vigilanza (Sez. 3, n. 192 del 24/10/2012, Rv. 254335); ne consegue, a maggior ragione, che la contravvenzione prescinde dalla circostanza che le emissioni superino i valori limite stabiliti, in quanto non costituisce un reato di danno ma, per l'appunto, di mera condotta, la cui ratio si ravvisa nella necessità che la pubblica amministrazione possa esercitare un controllo preventivo su attività potenzialmente dannose per l'ambiente (Sez. 3, n.28764 del 09/06/2015 Rv.264881; Sez. 3, n. 35232 del 28/6/2007, Rv. 237383, riferita all'omologa fattispecie incriminatrice di cui all'art. 25 d.P.R 24.5.1988 n. 203 rispetto alla quale la fattispecie di cui all'art. 279 comma 1 d.lgs 152/2006 si pone in rapporto di continuità normativa).


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it