SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Ambiente

21-12-2016

Cassazione Penale, Personale ARPA e qualifica di polizia giudiziaria

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 50352 del 28 novembre 2016, si è pronunciata sul personale Arpa affermandone la qualifica di polizia giudiziaria.

Il decreto ministeriale n. 58 del 1997, in uno con il d. l. n. 496 del 1993 - costituisce un imprescindibile e chiaro supporto normativo per affermare la qualifica di polizia giudiziaria in capo al personale ARPA, proprio in ragione delle specifiche competenze allo stesso attribuite ed alla rilevanza - anche costituzionale - del bene al quale le stesse attengono, oggetto di tutela penale.

Nel caso di specie, la Corte ha annullato la sentenza del Giudice di merito che aveva assolto l'imputato. Secondo il Tribunale l'accusa si fondava esclusivamente su atti di indagine compiuti da personale Arpa, al quale non era stata riconosciuta la qualifica di polizia giudiziaria, sì da risultare gli atti medesimi «radicalmente inutilizzabili».


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it