SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Rifiuti

12-09-2016

TAR Veneto, qualifica di nuovo produttore di rifiuti

Il TAR Veneto, con la sentenza n. 772 del 13 luglio 2016, si è pronunciato sulla qualifica di nuovo produttore di rifiuti, ex art. 183 D.lgs. 152/2006, che sussiste quando vi è una modifica della natura e della composizione del rifiuto stesso.

L’articolo 183 del decreto legislativo citato stabilisce che produttore di rifiuti è il soggetto la cui attività produce rifiuti ovvero chiunque effettui operazioni di miscelazione o altre operazioni che hanno modificato la natura e la composizione di detti rifiuti, distinguendosi in tal modo fra produttore iniziale e nuovo produttore.

Dunque la norma richiede una significativa alterazione del rifiuto attraverso le operazioni indicate, potendosi evitare la qualificazione di nuovo produttore solo laddove non vi sia stata una modifica della natura e della composizione del rifiuto; e nel caso in esame appare evidente come il trattamento effettuato incida sostanzialmente sulla consistenza del rifiuto.

Nel caso di specie, si tratta di un processo che consiste nella stabilizzazione del rifiuto al fine di ridurre o inibire del tutto il passaggio dei contaminanti inorganici, in gran parte metalli, in soluzione liquida, diminuendone la solubilità e bloccando in tal modo i contaminanti all’interno del rifiuto.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it