SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Rifiuti

18-07-2018

TAR Lombardia, comunicazione di rinnovo attività di recupero rifiuti

Il Tar Lombardia, con la Sentenza n. 1694 del 16 luglio 2018, si è pronunciato sulla fattispecie di dichiarazione di inefficacia della comunicazione di rinnovo per l'esercizio dell'attività di recupero rifiuti.

Nel caso in cui l'Amministrazione abbia operato in conformità al disposto dell'art. 216, comma 4, del d.lgs. n. 152/2006, per il quale: "la Provincia, qualora accerti il mancato rispetto delle norme tecniche e delle condizioni di cui al comma 1, dispone, con provvedimento motivato, il divieto di inizio ovvero di prosecuzione dell'attività, salvo che l'interessato non provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro il termine e secondo le prescrizioni stabiliti dall'Amministrazione", le contestazioni mosse nell'atto gravato devono essere precedute dalla diffida provinciale.

Pertanto, la violazione delle garanzie partecipative dell'interessata, che non ha ricevuto la formale diffida con fissazione di un termine per provvedere, per avere la possibilità di intervenire nel procedimento volto alla dichiarazione di inefficacia della comunicazione per il rinnovo dell'attività e, dunque, di fatto, alla chiusura dell'impianto, comporta l'illegittimità del provvedimento conclusivo.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it