SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni                  Seguici su: Bottone da cliccare per seguirci su Twitter Bottone da cliccare per seguirci su Linkedin Bottone da cliccare per iscriverti alla Newsletter

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Giurisprudenza / Rifiuti

04-06-2021

Cassazione penale, reato di realizzazione o gestione discarica non autorizzata

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 17387 del 6 maggio 2021, si è pronunciata sulla fattispecie di reato di realizzazione o gestione di discarica non autorizzata, ex art 256, comma 3, D.lgs. 152/2006.

Ai fini della configurabilità del reato di realizzazione o gestione di discarica non autorizzata, ai sensi dell’articolo 256, comma III, del D.lgs. n. 152 del 2006, come nel caso di numerosi cumuli di terra e pietre da scavo, materiale ferroso e plastica abbandonati su un terreno, è necessario l’accumulo di rifiuti, per effetto di una condotta ripetuta, anche se non abituale, in una determinata area, trasformata di fatto in deposito o ricettacolo con carattere di definitività, in considerazione delle quantità considerevoli degli stessi e dello spazio occupato, con conseguente degrado, anche solo tendenziale, dello stato dei luoghi ed essendo del tutto irrilevante la circostanza che manchino attività di trasformazione, recupero o riciclo, proprie di una discarica autorizzata.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it