Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
consulenza ambientaleconsulenza qualitàconsulenza sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE 
formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
assistenza finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza e realizzazione progetti  
SERVIZI ON-LINE
servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



 
ARCHIVIO NEWS
 
AREA NORMATIVA
 
 

COV Lavanderie >> Le attività di pulizia a secco di tessuti e pellami, escluse le pellicce, e le pulitintolavanderie a ciclo chiuso erano comprese nell’Allegato I del D.P.R. 25 luglio 1991 e classificate come attività ad inquinamento atmosferico poco significativo, il cui esercizio non richiedeva l'autorizzazione.
Con l'approvazione del D.M. 16 gennaio 2004, n. 44, le stesse sono ritenute assimilabili alle attività a ridotto inquinamento atmosferico e pertanto, a condizione che rispettino determinati requisiti, possono essere autorizzate in via generale alle emissioni di solventi organici (COV -Composti Organici Volatili) con una procedura semplificata che deve essere in ogni caso predisposta dall'autorità competente (Regione o Provincia).
Le imprese esistenti alla data di entrata in vigore del decreto citato, ossia il 12 marzo 2004, per avvalersi della procedura semplificata devono presentare la domanda di autorizzazione entro il 12 marzo 2005.



Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it