SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

12-09-2013

Albo Gestori Ambientali, disponibilità dei mezzi di trasporto

Con la Circolare prot. 995/ALBO/PRES. del 9 settembre 2013, il Comitato Nazionale dell’Albo Gestori Ambientali ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla "disponibilità dei veicoli ai fini dell’iscrizione all’Albo".

In particolare, i chiarimenti operativi vertono in ordine ai titoli di disponibilità dei veicoli da ritenersi idonei per l’iscrizione all’Albo, con particolare riguardo  alle procedure relative alle modalità per dimostrare la disponibilità dei veicoli mediante locazione senza conducente e mediante comodato senza conducente.

Ai fini dell’iscrizione all’Albo gestori, per il trasporto in conto proprio o conto terzi, sono ritenuti idonei i seguenti titoli di disponibilità dei veicoli: proprietà, usufrutto, acquisto con patto di riservato dominio e leasing.

Per i veicoli immatricolati ad uso di terzi aventi massa superiore a 6 t è considerato titolo idoneo anche la locazione senza conducente, a condizione che entrambe le imprese, locatrice e locataria, siano iscritte all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto terzi, al Registro Elettrico Nazionale (REN) e siano, quindi, titolari di autorizzazione. In tal caso, per l'iscrizione le imprese interessate devono presentare alla sezione regionale, oltre alla prevista documentazione, copia del contratto di locazione corredata da dichiarazione di conformità all’originale.

In seguito all'entrata in vigore del regolamento 1071/2009/Ce, risulta, inoltre, ammissibile il comodato senza conducente: in tale caso, per l'iscrizione le imprese interessate devono presentare alla sezione regionale, oltre alla prevista documentazione, copia della dichiarazione di cui alla Circ. Min. Infrastrutture e Trasporti n. 4/2011/TSI del 7 dicembre 2011 vistata dal competente UMC e corredata da dichiarazione di conformità all’originale. Il comodato senza conducente è possibile anche per i veicoli ad uso di terzi non assoggettati al citato regolamento Ue, ma non è mai consentito per i veicoli adibiti ad uso proprio: in tale caso le imprese devono presentare copia del contratto di comodato senza conducente corredata di dichiarazione di conformità all’originale rilasciata ai sensi dell’art. 47 del D.P.R.445/2000.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it