SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

11-10-2013

Albo Nazionale Gestori Ambientali, nuove regole per la gestione telematica

Con delibera n. 2 dell’11 settembre 2013, il Comitato Nazionale dell'Albo Gestori Ambientali ha approvato il nuovo "Regolamento per la gestione telematica delle domande e delle comunicazioni relative all'iscrizione all'Albo".

Il nuovo regolamento intende promuovere la gestione telematica delle domande e delle comunicazioni relative all’iscrizione all’Albo ed introduce misure di semplificazione rispetto alla precedente deliberazione 2 ottobre 2007, n. 2, che viene abrogata. A tal fine sono introdotte nuove definizioni, tra cui: “dispositivo elettronico di firma digitale, posta elettronica certificata, copia informatica semplice,...”.

Pertanto, le domande e le comunicazioni devono essere redatte in formato elettronico e inviate alla Sezione regionale o provinciale dell’Albo territorialmente competente utilizzando il servizio di compilazione e trasmissione telematica, le cui modalità di accesso sono pubblicate nel sito dell'Albo.

Tali domande devono essere trasmesse dal legale rappresentante dell'impresa o dal soggetto legittimato previo riconoscimento dei medesimi con dispositivo elettronico di firma digitale.

In caso di mancato funzionamento del sistema informatico per un periodo superiore alle tre ore consecutive è possibile la trasmissione anche mediante l’utilizzo del fax, negli orari e nei giorni di apertura al pubblico dell’ufficio, inviando anche una “dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’articolo 47 del decreto sulla documentazione amministrativa” che attesti i motivi del mancato funzionamento.

Entro cinque giorni dal venir meno della causa che ha generato l’impedimento è tuttavia necessario sostituire la documentazione e trasmettere per via telematica la domanda o la comunicazione, completa dei relativi documenti, comunicando gli estremi del protocollo assegnato.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it