SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Bonifiche

14-03-2013

Bonifiche, in Gazzetta il decreto di riduzione dei “Siti d’interesse nazionale” (Sin)

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 60 del 12-3-2013 è stato pubblicato il decreto del Ministero dell'Ambiente 11 gennaio 2013 recante "Approvazione dell'elenco dei siti che non soddisfano i requisiti di cui ai commi 2 e 2-bis dell'art. 252 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e che non sono piu' ricompresi tra i siti di bonifica di interesse nazionale".

In particolare, il decreto elenca i diciotto siti di bonifica non più classificati di interesse nazionale, in quanto non soddisfano più i requisiti previsti all'art. 252, comma 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal comma 1 dell'art. 36-bis della legge 7 agosto 2012, n. 134, e che quindi la competenza sulle operazioni di verifica e bonifica viene trasferita alle relative regioni.

L’articolo 36-bis citato ha inserito tra i requisiti da soddisfare per essere classificati Sin ai sensi dell’articolo 252 del D.lgs. 152/2006, la “insistenza, attuale o passata, di attività di raffinerie, di impianti chimici integrati o di acciaierie” e la “presenza di attività produttive ed estrattive di amianto”, e affidato al Ministero dell'Ambiente il compito di effettuare una ricognizione dei Sin attuali con riferimento agli stessi requisiti.

I 18 siti interessati sono dislocati in 13 regioni e, tra queste, si segnala la Campania che si vede trasferire la competenza sulle operazioni di verifica e bonifica di 4 siti ex Sin.


 

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it