SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

31-12-2013

Decreto milleproroghe 2013 in Gazzetta

Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 3014 del 30 Dicembre 2013 i due decreti legge n. 150 e 151, rispettivamente di proroga di termini e altre disposizioni indifferibili di carattere finanziario, in vigore dal 31 dicembre 2013.

Il decreto legge 150/2013 è composto da 14 articoli relativi alle proroghe di termini, tra cui:

  • in materia ambientale - proroga di un anno (dal 31 dicembre 2013 al 31 dicembre 2014)  dell’attuale regime che consente di mettere in discarica rifiuti con Potere calorifico inferiore (PCI) > 13.000 kJ/kg, termini per le attività di raccolta, spazzamento, trasporto rifiuti e smaltimento o recupero inerenti alla raccolta differenziata in Campania (art. 10);
  • in materia di prevenzione incendi - l'art. 11 prevede la proroga al 31 dicembre 2014 del termine per l'adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre venticinque posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del DM 9 aprile 1994, che siano in possesso dei requisiti per l'ammissione al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio approvato con decreto del Ministro dell'interno del 16 marzo 2012;
  • in materia di esercizi pubblici locali - i gestori già operanti potranno esercitare il servizio fino al 31 dicembre 2014. Definizione entro il 30 giugno 2014 degli affidamenti non conformi ai requisiti previsti dalla normativa europea; in assenza, intervento sostitutivo del prefetto territorialmente competente (art. 13).

Il decreto legge 151/2013 è composto di 8 articoli e reca disposizioni di carattere finanziario indifferibili, tra cui in materia di APE:

  • Cessione immobili pubblici - per le compravendite di immobili pubblici, ex art. 3 D.L. 351/200, alle società a totale partecipazione pubblica, le dichiarazioni di conformità catastali e l’attestato di prestazione energetica potranno essere prodotte anche successivamente all’atto di cessione dell’immobile (art. 2 commi 4 e 5).

01/03/2014 Decreto milleproroghe 2013, legge di conversione in Gazzetta

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it