SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
Ambiente Qualità Sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE 
Formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
assistenza finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza e realizzazione progetti  
SERVIZI ON-LINE
Servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Aria

28-03-2013

Gas fluorurati ad effetto serra, in Gazzetta il decreto sulle sanzioni

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 74 del 28-3-2013 è stato pubblicato il Decreto Legislativo 5 marzo 2013, n. 26 recante la "Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra".

Il decreto, che entra in vigore il 12 aprile 2013, disciplina l'apparato sanzionatorio per la violazione delle disposizioni in materia di gas ad effetto serra, di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 e successivi atti di esecuzione, come attuati dal decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio 2012, n. 43. Le sanzioni possono riguardare, tra gli altri, gli operatori (il proprietario dell'apparecchiatura o dell'impianto qualora non abbia delegato ad una terza persona l'effettivo controllo sul funzionamento tecnico degli stessi, ex art. 2 Dpr 42/2012), le imprese, i produttori, gli importatori.

Le sanzioni sono prevalentemente amministrative di natura pecuniaria che variano da 500euro fino a 100mila euro in relazione alla gravità della condotta (controllo dell'uso degli HFC, dei PFC e dell'esafluoruro di zolfo, tenuta del registro di impianto), ad eccezione delle fattispecie di immissione in commercio di prodotti o apparecchiature che contengono gas fluorurati ad effetto serra e di violazione delle norme sul controllo dell’uso di esafluoruro di zolfo, che costituiscono reati contravvenzionali e punite con l'arresto (da tre mesi a nove mesi) o un'ammenda (da 50mila euro a 150mila euro).

Si ricorda che, come previsto dall'art. 8 del Dpr 42/2012, sempre entro il 12 aprile le persone e le imprese individuate dallo stesso articolo, che svolgono attività su apparecchiature e impianti contenenti i gas fluorurati ad effetto serra individuati dal regolamento 842/2006/Ce (HFC, PFC ed esafluoruro di zolfo), devono iscriversi al Registro telematico nazionale. Nel caso di inottemperanza, l’articolo 10 del D.lgs. in commento prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da mille a 10mila euro.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it