SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Disposizioni trasversali

01-09-2014

Decreto legge "Ambiente protetto", in Gazzetta la legge di conversione

Sulla Gazzetta Ufficiale n.192 del 20-8-2014 è stata pubblicata la legge 11 agosto 2014, n. 116 di conversione del decreto legge 91/2014, (DL #AmbienteProtetto), che detta "disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l'efficientamento energetico dell'edilizia scolastica e universitaria, il rilancio e lo sviluppo delle imprese, il contenimento dei costi gravanti sulle tariffe elettriche, nonché per la definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea".

Per quanto riguarda l'ambiente, la legge di conversione, in vigore dal 21 agosto 2014, ha toccato tutti i punti del Capo II (artt 8 bis-17 bis) del Decreto legge 91/2014, che ha modificato la disciplina in materia di Via, rifiuti, Sistri e bonifiche, e introdotto novità in tema di energia rinnovabili e efficientamento in edilizia.

 Tra le misure in materia ambientale, come modificate dalla legge di conversione, si segnala:

  • modificato l'art. 228 comma 2 del D.lgs. 152/2006 stabilendo che il contributo per il recupero di pneumatici fuori uso va assoggettato ad IVA e riportato in fattura in modo chiaro e distinto in tutte le fasi di commercializzazione  (art. 8 bis, inserito in sede di conversione);
  • prorogata al 12 gennaio 2015 la scadenza per l'eliminazione dei sistemi antincendio contenenti sostanze controllate, mediante l'integrazione delle indicazioni contenute nell'art. 5 D.lgs.108/2013, a condizione che sia data una comunicazione, entro il 30 settembre 2014, ai Ministeri dell'ambiente e dello sviluppo economico, indicando l'ubicazione dell'impianto, la natura e la quantità della sostanza secondo il formato di cui all'allegato I al decreto 91/2014 (art. 11 c. 5);
  • sostituito l'articolo 285 del D.lgs. 152/2006 e introdotti nuovi parametri di verifica per gli impianti termici civili (art. 11);
  • previsione di una nuova procedura semplificata per la bonifica del suolo (inserito l’art. 242-bis al D.lgs. 152/2006), utilizzo delle Materie prime secondarie per l’edilizia (recuperi ambientali, rilevati e sottofondi stradali, ferroviari e aeroportuali, nonché piazzali) prodotte esclusivamente da rifiuti, aggiornate (comma 5 lettera b-bis) le istruzioni per la classificazione dei rifiuti che integrano quelle contenute nella introduzione dell'allegato D al D.lgs. 152/2006 e si applicano a partire dal 18 febbraio 2015 (art. 13);
  • prevista l'adozione da parte del Ministero dell’Ambiente di nuovi decreti ministeriali di semplificazione del Sistri e nuove disposizioni in materia di miscelazione oli usati (art. 14);
  • modificato il D.lgs. 152/2006 per dare piena attuazione alla direttiva 2011/92/Ue sulla valutazione di impatto ambientale (art. 15).

Tra le disposizioni in materia di energia:  

  • rivista la disciplina da gennaio 2015 del sistema di "scambio sul posto" (art. 25-bis). Interventi sulle tariffe incentivanti dell’elettricità prodotta da impianti fotovoltaici (art. 26). Semplificazione delle procedure autorizzative per la realizzazione di interventi di efficienza energetica e piccoli impianti a fonti rinnovabili, con l’introduzione di un modello unico (art. 30).

26-06-2014 Pubblicato in Gazzetta il decreto legge "Ambiente protetto"

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it