SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni                  Seguici su: Bottone da cliccare per seguirci su Twitter Bottone da cliccare per seguirci su Linkedin Bottone da cliccare per iscriverti alla Newsletter

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Prevenzione incendi

15-03-2014

Prevenzione incendi, Approvata Regola tecnica per strutture turistico-ricettive

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 61 del 14-3-2014 è stato pubblicato il decreto del Ministero dell'interno del 28 febbraio 2014 recante "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio delle strutture turistico - ricettive in aria aperta (campeggi, villaggi turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone".

Il decreto dispone che le strutture turistico - ricettive in aria aperta devono essere realizzate e gestite in modo da:

  • minimizzare le cause di incendio;
  • garantire la stabilità delle strutture portanti al fine di assicurare il soccorso agli occupanti;
  • limitare la produzione e la propagazione di un incendio all'interno della struttura ricettiva;
  • limitare la propagazione di un incendio ad edifici od aree limitrofe;
  • assicurare la possibilità che gli occupanti lascino i locali e le aree indenni o che gli stessi siano soccorsi in altro modo;
  • garantire la possibilità per le squadre di soccorso di operare in condizioni di sicurezza.

Le regole tecniche, inserite in allegato, sono suddivise in due parti:

  • il Titolo I,  suddiviso in due capitoli applicabili rispettivamente alle nuove costruzioni ed a quelle esistenti nel caso siano oggetto di interventi comportanti la loro completa ristrutturazione (cap. 1) e alle attività esistenti (cap. 2). Queste ultime poi, entro un termine prestabilito dal decreto,  devono essere adeguate alle nuove disposizioni.
  • Il Titolo II, che definisce le misure di sicurezza antincendio proporzionate ai potenziali scenari incidentali ed alle specifiche caratteristiche di vulnerabilità funzionale e di contesto dell’insediamento.

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it