SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / IPPC

17-06-2016

IPPC, BAT per trattamento acque reflue e gas di scarico nell'industria chimica

La Commissione UE ha approvato la Decisione di esecuzione 2016/902 del 30 maggio 2016 che "stabilisce le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (BAT), a norma della direttiva 2010/75/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, sui sistemi comuni di trattamento/gestione delle acque reflue e dei gas di scarico nell'industria chimica".

Le conclusioni sulle BAT fungono da riferimento per stabilire le condizioni di autorizzazione di cui al Capo II della Direttiva 2010/75/UE, in modo che le emissioni, garantite dall'Autorità competente per il monitoraggio, non superino i livelli di emissione associati alle migliori tecniche disponibili.

La suddetta Decisione riguarda le attività IPPC di cui alle sezioni 4 e 6.11 dell’Allegato I della direttiva 2010/75/UE, ovvero:

  • Sezione 4: Industria chimica;
  • Sezione 6.11: Trattamento a gestione indipendente di acque reflue non coperto dalla direttiva 91/271/CEE del Consiglio, evacuate da un impianto che svolge le attività di cui all’allegato I, sezione 4, della direttiva 2010/75/UE,

nonché il trattamento combinato di acque reflue di provenienze diverse se il principale carico inquinante proviene dalle attività di cui all’allegato I, sezione 4, della direttiva 2010/75/UE.

Le conclusioni sulle BAT, in particolare, riguardano:

  •  sistemi di gestione ambientale;
  •  riduzione del consumo idrico;
  •  gestione, raccolta e trattamento delle acque reflue;
  •  gestione dei rifiuti;
  •  trattamento dei fanghi delle acque reflue, ad eccezione dell'incenerimento;
  •  gestione, raccolta e trattamento degli scarichi gassosi;
  •  combustione in torcia;
  •  emissioni diffuse di composti organici volatili (COV) in aria;
  •  emissioni di odori;
  •  emissioni sonore.

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it