SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

09-01-2018

Albo Gestori Ambientali, chiarimenti verifica regolarità contributiva (Durc)

Il Comitato Nazionale dell'Albo Gestori Ambientali ha emanato la Circolare n. 31 dell'8 gennaio 2018 recante "Regolarità del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori (DURC)", in seguito ai chiarimenti forniti dall'Inps, con riferimento alle interrogazioni effettuate attraverso il servizio "Durc On Line" che ricevono risposta con la dicitura "verifica in corso".

A tal proposito, il servizio "Durc On Line" consente di compiere l'interrogazione in modalità telematica indicando esclusivamente il codice fiscale del soggetto da verificare e di ottenere una risposta in tempo reale in ordine alla regolarità contributiva.

Nel caso il sistema, avendo evidenziato esposizioni debitorie per contributi e/o sanzioni civili, non sia in grado di restituire in automatico un esito positivo, viene trasmesso all'interessato l'invito a regolarizzare, con l'indicazione analitica delle cause che hanno determinato la situazione di irregolarità. Dopodiché l’interessato ha 15 giorni per provvedere alla regolarizzazione, versando le somme indicate o sistemando le omissioni contestate. E' in tale ipotesi che il sistema riporterà la dicitura “verifica in corso”, che significa l’apertura di una fase istruttoria.

L’intero processo di definizione del documento deve, comunque, concludersi entro 30 giorni dalla prima richiesta di verifica della regolarità contributiva.

Di conseguenza, la circolare precisa che nei casi in cui, a seguito di interrogazione, il sistema, dopo trenta giorni dalla prima richiesta non riporti un esito positivo, le Sezioni regionali dovranno provvedere al diniego dell'iscrizione per la mancanza del requisito di cui all'articolo 10, comma 2, lettera e), del DM 120/2014, o, se trattasi di impresa iscritta, all'apertura del procedimento disciplinare di cancellazione ai sensi dell'articolo 20, comma 1, lettera b ), del medesimo Regolamento.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it