SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

25-06-2018

Albo Gestori Ambientali, modelli di iscrizione categoria 4-bis (Raccolta e trasporto rifiuti metallici)

Il Comitato Nazionale dell'Albo Gestori Ambientali, con Deliberazione n. 3 del 4 giugno 2018, ha approvato i "Modelli di provvedimento d'iscrizione e di diniego dell'iscrizione nella categoria 4-bis".

In precedenza, con Delibera n. 2 del 24 aprile 2018, in vigore dal 15 giugno 2018, l’Albo Nazionale Gestori Ambientali aveva individuato la sottocategoria 4-bis, relativa alle imprese che effettuano attività di raccolta e trasporto di rifiuti non pericolosi costituiti da metalli ferrosi e non ferrosi, definendo i relativi criteri e requisiti per l’iscrizione.

In particolare, la delibera approva:

  •  il modello di provvedimento di iscrizione (allegato A)
  •  il modello del provvedimento di diniego (allegato B).

Tra le prescrizioni previste nel modello di provvedimento d'iscrizione, si esplicita che:

  • durante il trasporto i rifiuti dovranno essere accompagnati dal provvedimento d’iscrizione, corredato dalla dichiarazione sottoscritta del legale rappresentante, attestante che il provvedimento è stato acquisito elettronicamente dall’area riservata del portale dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali;
  • non è consentito trasportare rifiuti costituiti da metalli ferrosi e non ferrosi in polvere e, quanto agli ingombranti (codice EER 20.03.07), è limitato ai rifiuti metallici, con esclusione dei rifiuti metallici provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche;
  • è fatto obbligo al trasportatore di “sincerarsi dell’accettazione dei rifiuti da parte del destinatario prima di iniziare il trasporto e, comunque, di riportare il rifiuto all’insediamento di provenienza se il destinatario non lo riceve; di accertarsi che il destinatario sia munito delle autorizzazioni o iscrizioni previste ex d.lgs. 152/2006”.

Avverso il provvedimento di diniego dell’iscrizione, è ammesso ricorso al Comitato Nazionale dell’Albo entro 30 giorni dal ricevimento del provvedimento o, in via alternativa, al TAR competente entro 60 giorni.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it