SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

20-06-2018

Conglomerato bituminoso, in Gazzetta il regolamento sulla cessazione di rifiuto

Sulla GU n. 139 del 18-6-2018 è stato pubblicato il Decreto 28 marzo 2018, n. 69 "Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto di conglomerato bituminoso ai sensi dell’articolo 184-ter, comma 2 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152".

Il decreto, in vigore il 3 luglio 2018 e composto da 6 articoli e due Allegati, stabilisce i criteri specifici in presenza dei quali il conglomerato bituminoso cessa di essere qualificato come rifiuto ai sensi dell’articolo 184-ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

Il regolamento detta dunque i criteri affinché il "conglomerato bituminoso" (rifiuto proveniente da operazioni di fresatura a freddo o di demolizione delle pavimentazioni bituminose) cessi di essere qualificato come rifiuto per identificarlo come granulato di conglomerato bituminoso, regola gli obblighi dei produttori (Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, obbligo di conservazione del campione e le esenzioni), nonché l’utilizzo del granulato nella fase transitoria.

Il produttore, entro centoventi giorni dall'entrata in vigore del Decreto (3 luglio 2018), dovrà presentare un aggiornamento della comunicazione effettuata ai sensi dell'articolo 216 o un'istanza di aggiornamento dell'autorizzazione ai sensi del Titolo III-bis della Parte II e del Titolo I, Capo IV, della Parte IV del Codice Ambiente. Nelle more dell'adeguamento, il granulato di conglomerato bituminoso può essere utilizzato se presenta caratteristiche conformi ai criteri attestate mediante dichiarazione di conformità.


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it