SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

09-04-2018

Elenco europeo rifiuti, pubblicate rettifiche UE

Sulla GUUE del 6 aprile 2018 è stata pubblicata la Rettifica UE della decisione 2014/955/UE del 18 dicembre 2014, che aveva sostituito l’elenco dei rifiuti istituito dalla decisione 2000/532/CE ai sensi della direttiva 2008/98/CE.

Diverse sono le rettifiche all’elenco europeo dei rifiuti e riguardano in particolare l'allegato alla decisione decisione 2014/955/UE, che sostituisce l'allegato alla decisione 2000/532/CE: elenco europeo che, si ricorda, è stato trasposto nell’Allegato D alla Parte Quarta del D.lgs. 152/2006.

Tra le rettifiche, oltre 30, si segnalano:

  •  capitolo 10 (rifiuti prodotti da centrali termiche e altri impianti termici), il codice 10 01 01 riferito a ceneri pesanti, fanghi e polveri di caldaia (tranne le polveri di caldaia di cui alla voce 10 01 04), al posto dei fanghi fa ora riferimento alle scorie;
  •  capitolo 13 (oli esauriti e residui di combustibili liquidi), all’interno del sottocapitolo 03, ossia oli isolanti e oli termovettori di scarto, il riferimento agli oli termovettori deve ora leggersi agli oli termoconduttori.
  • capitolo 17 (rifiuti provenienti da attività di costruzione e demolizione), il codice 17 05 compreso il terreno prelevato da siti contaminati, fa oggi riferimento al terreno escavato proveniente da siti contaminati;
  • capitolo 20 (rifiuti urbani), il codice 20 03 06, prima corrispondente a rifiuti prodotti dalla pulizia delle acque di scarico, corrisponde ora ai rifiuti della pulizia delle fognature.

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it