SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Sostanze pericolose

15-10-2019

Reach, digestato esentato dall'obbligo di registrazione

Regolamento (UE) 2019/1691 della Commissione del 9 ottobre 2019 recante "modifica dell’allegato V del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH)".

Con il regolamento (UE) 2019/1691, la Commissione europea ha ampliato l'elenco delle sostanze che sono esentate dagli obblighi di registrazione e dalle prescrizioni in materia di informazione stabiliti dal Regolamento 1907/2006/Ce, "REACH".

In particolare, il Regolamento ha modificato il punto 12 dell’Allegato V del Regolamento Reach concernete "la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche», prevedendo l’introduzione del digestato nell’elenco delle sostanze la cui registrazione è considerata «non opportuna o non necessaria» ai sensi dell’art. 2 dello stesso provvedimento.

Nei considerando infatti si legge che: “il digestato è un residuo semisolido o liquido, che è stato purificato e stabilizzato attraverso un processo di trattamento biologico, la cui ultima fase è la digestione anaerobica; in tale processo sono trattate esclusivamente materie biodegradabili provenienti da fonti differenziate e non pericolose, quali i rifiuti alimentari, gli effluenti di allevamento e le colture energetiche”. “Pertanto”, prosegue nei considerando, “è inopportuno e superfluo esigere che tale sostanza sia soggetta a registrazione”.

Il punto 12 dell’Allegato V ora prevede il digestato insieme al biogas (ottenuto mediante il medesimo processo di trattamento ed altri processi di digestione anaerobica) e al compost (derivante dalla decomposizione aerobica di materie biodegradabili).


 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it