SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

Servizi legali

Assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia ambientale

Consulenza normativa

Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, Audit di conformità

Consulenza certificazioni

Consulenza Sistemi di gestione e Certificazioni di prodotto

Servizi on-line

Pareri giuridici on-line, Servizio di aggiornamento normativo



News / Nazionali / Rifiuti

20-11-2018

Decreto legge emergenze, in Gazzetta la legge di conversione

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 19-11-2018 è stata pubblicata la Legge 16 novembre 2018, n. 130 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, recante disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze", che contiene una disposizione in tema di fanghi da depurazione in agricoltura.

La legge, in vigore dal 20 novembre 2018, ha convertito con modifiche il decreto legge, in vigore dal 29 settembre 2018, che nel Capo V (Ulteriori interventi emergenziali) contiene una disposizione in tema di fanghi da depurazione in agricoltura (art. 41).

In particolare, l’articolo 41 “Disposizioni urgenti sulla gestione dei fanghi di depurazione” è stato modificato in sede di conversione introducendo ulteriori eccezioni (oltre agli idrocarburi) relativamente alla presenza delle sostanze, per cui viene indicato il limite da non superare, nei fanghi ai fini dell’utilizzo in agricoltura.

Difatti,  la nuova norma dispone che “al fine di superare situazioni di criticità nella gestione dei fanghi di depurazione, nelle more di una revisione organica della normativa di settore, continuano a valere, ai fini dell’utilizzo in agricoltura dei fanghi di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 99, i limiti dell’Allegato IB del predetto decreto”, fatta eccezione per gli idrocarburi (C10-C40), per gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA), per le policlorodibenzodiossine e i policlorodibenzofurani (PCDD/PCDF), per i policlorobifenili (PCB), per Toluene, Selenio, Berillio, Arsenico, Cromo totale e Cromo VI, per i quali sono previsti limiti specifici.

Inoltre, vengono dettate le condizioni al verificarsi delle quali si intende comunque rispettato il limite degli idrocarburi e viene prescritto il controllo analitico almeno una volta all'anno per i parametri PCDD/PCDF + PCB DL.


04-10-2018 Decreto legge emergenze, disposizione sulla gestione dei fanghi in agricoltura

 

Newsletter
ISCRIVITI
gratuitamente per
ricevere le novità
pubblicate nel sito
StudioBrancaleone.it