Emilia-Romagna, Progetti di ricerca e sviluppo sperimentale

La Regione Emilia-Romagna ha pubblicato un bando per sostenere progetti di ricerca e sviluppo sperimentale in grado di meglio interpretare le sfide definite dalla Strategia di Specializzazione intelligente con particolare riferimento alla capacità di incidere nelle filiere produttive di appartenenza. 

Il Bando è stato pubblicato con delibera di Giunta regionale n. 1852 del 2 novembre 2022 nell’ambito del Pr Fesr 2021-2027, azione 1.1.1 – Contributi per imprese e altri soggetti iscritti al Rea.

Beneficiari

Possono presentare domanda le imprese singole, le aggregazioni di imprese, i consorzi con attività esterna e altri soggetti giuridici iscritti al Rea, tutti rientranti nella classificazione dimensionale di PMI

Progetti finanziabili

In coerenza con la disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato a favore di ricerca, sviluppo e innovazione (Comunicazione 2014/C 198/01) pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 27 giugno 2014, sono finanziabili progetti che prevedono attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

Dotazione finanziaria e entità del contributo

Le risorse disponibili per finanziare i progetti ammissibili bando sono pari a complessivi 25.000.000 uro.

Il contributo regionale sarà concesso a fondo perduto, nella forma del conto capitale, con le seguenti intensità massime di aiuto:

Fino al 45% delle spese ammissibili relative ad attività di ricerca industriale (RI);

Fino al 20% delle spese ammissibili relative ad attività di sviluppo sperimentale (SS);

Scadenza

La domanda dovrà essere presentata a partire dalle ore 13.00 di mercoledì 1° febbraio 2023 fino alle ore 13.00 di martedì 28 febbraio 2023.

La domanda di contributo dovrà essere compilata e trasmessa esclusivamente per via telematica, tramite l’applicativo web Sfinge 2020


Sito internet: Regione Emilia-Romagna

Documentazione

Condividi su:
Torna su